La casa dei rosmarini: Quando investigazione fa rima con seduzione

Copertina anteriore
Libromania - 407 pagine
0 Recensioni
Il Tenente dei Carabinieri di Carrara Alfiero Bacciola possiede un innato talento investigativo e un’indubbia capacità persuasiva nei confronti delle donne. Durante una vacanza sugli Appennini con la moglie e il figlio neonato, si dedica alla sua autobiografia. Nello scritto, racconta la sua vita da scapolo, soffermandosi in particolare su un episodio, quando nel 2007 decide di raggiungere la locanda di Karl, a Fremutola Alta, incuriosito dalle avance della moglie Erika, conosciuta qualche mese prima in una chat per cuori solitari o insoddisfatti. Durante il soggiorno, Alfiero scopre che l’ostello è appartenuto agli Hoffmann, una ricca famiglia di origine austriaca rimasta uccisa in circostanze misteriose. Incuriosito da quella strana vicenda, il Tenente comincia a investigare sugli ospiti presenti, alcuni di loro si riveleranno gelosi guardiani di un passato terribilmente oscuro e nebuloso...

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni sull'autore (2014)

Fabrizio Convalle è nato a Carrara nel 1956. Dopo gli studi artistici e di architettura si è cimentato in molti lavori – manovale, operaio, geometra, agente immobiliare – mentre assecondava la sua passione per la pittura che lo ha portato a vincere molti concorsi in Italia e all’estero. La casa dei rosmarini è il suo primo romanzo, costato tre anni e mezzo di lavoro di scrittura e riscrittura.

Informazioni bibliografiche