Appunti Di Femminismo Digitale #2 Algoritmi

Copertina anteriore
Independently Published, 20 feb 2021 - 244 pagine
Gli attuali algoritmi esistono perché esiste la discriminazione di genere lungo l'asse di potere che permette ad un genere di prevalere sugli altri. Questo è il modello, il ragionamento che ispira l'architettura realizzativa del computer e le tecnologie ICT ne sono la pragmatica concretizzazione. Il bias di genere purtroppo é all'opera nelle nuove forme della discriminazione algoritmica di tante applicazioni dove viene mascherata e ridotta a scatola nera (black box) la possibilità tutta umana di stabilire i parametri di standard e normalità che una volta immessi nello schema interpretativo possono rendere le AI [Artificial Intelligence] razziste e sessiste. Un femminismo digitale rintraccia i modelli-schemi iniziali degli algoritmi che generano tutti gli altri per decostruire la Ragione Algoritmica con la A maiuscola al fine di ricostruire le tante ragioni necessarie alla convivenza con i tanti Altri da noi stessi. Per modificare tutta la retorica antropocentrica dell'attuale governance algoritmica è necessario imparare a fare del reverse enginering. Ri-passare alcuni ragionamenti algoritmici attraverso la narrazione (fabula) della loro insorgenza può aiutare a capire che cos'è l'AI, da dove viene e come funziona.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche