Blu. Storia di un colore

Copertina anteriore
Ponte alle Grazie, 2008 - 237 pagine
Ormai è il colore preferito dalla maggior parte delle persone, eppure la storia ci insegna che non è sempre stato così: presso gli antichi Greci e Romani, per esempio, il blu aveva una connotazione fortemente negativa, tanto da essere associato agli spregevoli Barbari. A documentare la lenta ma progressiva inversione di tendenza che lo riguarda è un esperto in materia come Michel Pastoureau, che ripercorre le principali tappe di questo significativo rovesciamento e da vita a un articolato excursus storico che mette in luce l'uso quotidiano, la "rivalità" con gli altri colori, il valore simbolico, il ruolo economico, artistico e letterario che il blu ha avuto dal Neolitico sino ai giorni nostri. Considerato un fatto sociale in piena regola, il blu e le sue alterne fortune rappresentano pertanto il ritratto in continuo divenire di una società, quella umana, costantemente impegnata a fissare e ridefinire la propria scala di valori.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Blu. Storia di un colore

Recensione dell'utente  - Sara - IBS

Michel Pastoureau è un grande, su questo non c'è dubbio. Incuriosisce con i soggetti che tratta, sempre ricercati e inusuali, trascina nella lettura con la sua scrittura chiara e scorrevole, mette ... Leggi recensione completa

Blu. Storia di un colore

Recensione dell'utente  - Miki - IBS

un libro, un curioso e vivace saggio,che non riuscivo(e forse non volevo) terminare, pagina dopo pagina il desiderio di continuare si accresceva, nonostante il tempo, l'ora e la mia vita. una favola ... Leggi recensione completa

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche