Chi ha spostato il mio formaggio?

Copertina anteriore
Sperling & Kupfer, 2000 - 112 pagine
Una storiella breve, densa di significati e insegnamenti, che fa comprendere ai lettori l&'importanza e il valore del cambiamento, della flessibilità e dell&'apertura al nuovo. Nasofino e Trottolino sono topolini, Tentenna e Risolino sono gnomi grandi come topolini. Tutti e quattro vivono nel &"Labirinto&" e sono alla ricerca di un &"Formaggio&", che li nutra e li faccia vivere felici. Il &"Formaggio&" è la metafora di quello che vorremmo avere dalla vita: un lavoro soddisfacente e appagante, una bella relazione d&'amore, tranquillità economica. Il &"Labirinto&" è il mondo in cui cerchiamo quello che desideriamo: l&'azienda in cui lavoriamo, la famiglia, la comunità in cui viviamo. I personaggi devono fronteggiare dei cambiamenti inattesi, uno di loro affronta il mutamento con successo e scrive sui muri del Labirinto quello che ha imparato dalla sua esperienza. E proprio queste parole saranno lo spunto per scoprire come gestire il cambiamento, per subire meno stress e avere più successo nel lavoro e nella vita.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Valutazioni degli utenti

5 stelle
15
4 stelle
4
3 stelle
2
2 stelle
1
1 stella
4

Chi ha spostato il mio formaggio?

Recensione dell'utente  - Lucio - IBS

Ovvio, addirittura banale ... non vedo come si potrebbe non esser d'accordo con le conclusioni proposte dall'Autore. Si tratta di una storiella forse utile nell'ambito di un corso "motivazionale ... Leggi recensione completa

Chi ha spostato il mio formaggio?

Recensione dell'utente  - Silvano - IBS

Un riassunto della società lavorativa odierna: una schifezza. Manca il rispetto per chi dà tanto e crede al proprio lavoro e che si ritrova spesso alla mercè di una classe dirigenziale sempre meno all ... Leggi recensione completa

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche