Ci vorrebbe una moglie. Ostacoli sulla via delle carriere femminili e altri piacevoli impedimenti

Copertina anteriore
ESTE, 2012 - 214 pagine
0 Recensioni
Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
Vi siete mai chiesti come cambierebbe la vita delle donne se potessero contare sull'aiuto di una moglie? Gli uomini di successo ringraziano le gentili consorti, grazie a loro hanno potuto dedicarsi con feroce determinazione al raggiungimento dei loro obiettivi. Professionali, ovviamente. Possono le donne dire altrettanto? Non sempre. Le donne in Italia sono un esercito silenzioso che tiene in piedi il nostro tessuto sociale e fanno le veci di istituzioni assenti e mariti non sempre pronti a rimboccarsi le maniche. Il dibattito sul lavoro femminile è caldissimo e ci si domanda come mai le donne non fanno carriera, non raggiungono i vertici delle organizzazioni. Generalizzare è pericoloso, ogni organizzazione è un organismo a sé. Ma le donne non ci sono perché troppo spesso impegnate a fare altro. Certo, se avessero una moglie... Il libro parte dalla storia personale dell'autrice che cerca di guardare al lavoro femminile attraverso lo sguardo maschile. Grazie alle testimonianze di imprenditori, professionisti e manager che ha intervistato, il libro presenta uno spaccato del lavoro femminile visto dagli altri. Sapere come ci vedono gli uomini, cosa pensano di noi, accettare anche qualche consiglio, può essere di grande aiuto. Perché avere una moglie deve essere meraviglioso. Solo se abbiamo un marito a casa ad aspettarci.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche