Echi di romanticismo

Copertina anteriore
CTL (Livorno), 2020 - 94 pagine
La poetica di Eleonora Zizzi denota un tipo di necessità che diviene logos allorché si manifesta il bisogno di comunicazione scritta. Cólta, originale e innovativa, preziosa nei significati e costellata di belle ambientazioni la poesia della nostra svela una diversa maniera di porsi anche in relazione ad un nuovo modo di essere che conduce ad una maggiore coscienza del proprio sé. Un dialogo, questo, mirante alla costruzione di mondi veri, mondi capaci di creare e diffondere la meraviglia della Natura quale forma transitoria dell'Uomo e immagine visibile e immanente del divino. I motivi ispiratori, gli aspetti formali, i tratti tematici e le linee strutturali orientano la scelta antologica in direzione della completezza espressiva, sempre animata da quella tensione interiore che induce a soffermarsi sul tessuto letterario per lo più legato alla cultura underground senza, però, perdere di vista le forme codificate di poesia, prosa e teatro. Nei motivi cardine si scorge il continuo richiamo alle correnti letterarie e alle fonti di ispirazione spesso ravvisabili nel desiderio di poter realizzare una raccolta ben strutturata e in sintonia con la spontaneità artistica.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Spettacolare ricreazione (più che rievocazione) dei temi, dei motivi, degli stilemi, e della visione del mondo romantica, soprattutto foscoliana e leopardiana, perorata con la convinzione che il portato "emotivo" e "tecnico" (in senso poetico) del Romanticismo sia ancora ottimo per narrare il presente, e sia ancora il "medium" migliore per sublimare/vivere/elaborare certe filosofie di lutto, certi drammi interiori di perdita e per esprimere certe personalità "tragiche"... un'operazione sui generis, più dalle parti di Viollet-le-Duc che del post-moderno, che può anche non convincere, ma che, con la sua forza sicura, "acchiappa" certamente! 

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Recensione La cantina dei libri
Consigliato perché ama le poesie, l'autrice riesce a mettere nero su bianco tutte le emozioni che prova invogliando il lettore a continuare la lettura.Linguaggio ricercato e forbito, lettura scorrevole e a tratti profonda.Consigliatissimo!

Informazioni bibliografiche