Fatti di parole. La natura umana svelata dal linguaggio

Copertina anteriore
Edizioni Mondadori, 2009 - 525 pagine
Nel linguaggio, sia colto sia quotidiano, sono radicati un modello di sessualitÓ, i concetti di divinitÓ, potere e giustizia, le nozioni di intimitÓ, benessere e pericolo, una filosofia del libero arbitrio. Un esame approfondito dei mezzi e delle modalitÓ di comunicazione verbale pu˛ rivelarsi prezioso per capire chi siamo e le vere ragioni dei nostri comportamenti. ╚ l'obiettivo che si pone Steven Pinker in "Fatti di parole", in cui confluiscono i due itinerari di ricerca da lui percorsi negli ultimi anni: lo studio della facoltÓ di linguaggio e l'indagine sui processi cognitivi e sulla natura umana. L'autore analizza il significato di parole e frasi in contesti sociali. La conclusione a cui giunge Ŕ che ogni essere umano si forma un'immagine del mondo fisico e del mondo sociale che non corrisponde al flusso di sensazioni provocato dall'incontro della mente con l'ambiente esterno, ma Ŕ costruita a partire da un repertorio limitato e identificabile di pensieri primari, che, grazie alla loro plasticitÓ e valenza metaforica, sono in grado di ricomporre i dati d'esperienza in una molteplicitÓ di oggetti ed eventi traducibili in vocaboli e proposizioni. La prevalenza di alcuni di questi "manufatti mentali" (nomi, parole, ecc) in quella rete di influenze reciproche che Ŕ la comunitÓ dei parlanti, dove ogni individuo Ŕ insieme produttore e consumatore di significati, definisce ci˛ che chiamiamo "cultura" di una societÓ, di cui la lingua Ŕ parte integrante.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Prefazione
3
e altre teorie estreme del linguaggio e del pensiero
99
pensieri su divinitÓ malattia sporcizia
354
Note
457

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche