Figlia di Luna

Copertina anteriore
BAO Publishing, 30 set 2021 - 256 pagine
0 Recensioni
Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
Greta Xella, al suo debutto nel fumetto longform, ci regala la storia di Tia, una ragazzina la cui madre soffre di una malattia misteriosa, che la rende – a volte – ostile perfino alla sua famiglia, quasi come se non la riconoscesse. Tia č stanca di sperare che le cure il padre sottopone la donna che ama prima o poi abbiano effetto, ma un giorno il problema assume una dimensione completamente diversa, quando in seguito a una delle crisi della madre i suoi genitori sembrano scomparire, e a Tia non resta che imbarcarsi in un viaggio senza certezze, alla ricerca di un rimedio che forse non esiste nemmeno. Incontrerā amici inaspettati e alleati improbabili, e nel conoscere le regole del mondo, imparerā a capire il proprio valore. Una favola iniziatica dal fortissimo potere lenitivo, per sussurrare a chiunque la legga che non č solo, mai.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Sezione 1
Sezione 2
Sezione 3
Sezione 4
Sezione 5
Sezione 6
Sezione 7
Sezione 8
Sezione 11
Sezione 12
Sezione 13
Sezione 14
Sezione 15
Sezione 16
Sezione 17
Sezione 18

Sezione 9
Sezione 10
Sezione 19
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2021)

Greta Xella, di etā e ubicazione ignote. Da svariati anni sta cercando di ottenere la residenza nell’amigdala di Jodorowsky e nel mentre continua la sua lotta alla maledizione del segno perpetuo, una condizione abbastanza comune per la quale se non disegni niente per un tot di tempo, la tua vita finisce.

Come una falena con il fuoco, Greta č attratta dai problemi, con cui alimenta in modo sconveniente il suo bisogno di comprendere le persone.

Ossessionata dalla psicologia, dal misticismo e dalle luci di natale, le č stato suggerito da se stessa che sarebbe stato terapeutico iniziare a scrivere delle storie, in cui far convergere tutta la bile maniacale che la possiede e trasformarla in qualcosa di positivo.

Informazioni bibliografiche