Forse Queneau: enciclopedia delle scienze anomale

Copertina anteriore
Zanichelli, 1999 - 479 pagine
Un'opera curiosa e interessante che spazia da stravaganti teorie, spesso elaborate da autorevoli letterati o scienziati, alle terapie alternative (omeopatia, cristalloterapia, iridologia, terapia del colore) e ai loro autori (Bach, Bates), fino alle varie forme di interrogazione del futuro (astrologia, numerologia, divinazione). L'enciclopedia raccoglie 11000 voci, corredate da rimandi e note bibliografiche; circa 30 riquadri di approfondimento e curiosità; oltre 200 illustrazioni. In appendice, la bibliografia generale, l'indice analitico e l'indice dei nomi costituiscono utili sussidi alla consultazione.

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

“ESSEREVENTY” È già È Omphaleventy Grammaontology Destringluoneventonty. “È Dea grammaturgia nihil'essere è eventy dell'essere nulla, Essereventy nihil Essere è già grammaturgy lymphagrammontology metagrammonty spaziaturaduranza grammaontology deakreationty raduranza yoneventy radurazione deametromphaleventy ontragedy ontonyhylyx ontonulla ontragedypxeurgy mitontragedypxex artragedypxex c'è pannulla in sé ontragedyl fenoumenypxex-decostruzione esserdea suora-d'arte metalymfisicartragedypxex creatypxex artragedypxeurgy fenoumenypxeurgy lymphypoetica”de creatypxex suora-d'arte mitonirico creatonirico esserdea eventonirico remotaraduranza “Suora della tragedia relativity metalymfisico “nulla” o “nihil È epistemologico di esattezza. Tutta la conoscenza, che si conosca o no, è una specie di bricolage, con lo sguardo rivolto al mito dell '“ingegneria”. Ma quel mito è sempre totalmente altro, lasciando una traccia originaria all'interno del “bricolage”. Come tutte le parole “utili” , “Bricolage” deve anche essere posto “sotto cancellazione”. Perché può essere definito solo dalla sua differenza dal suo opposto – “ingegneria”. Tuttavia, quella opposta, una norma metafisica, non può in effetti mai essere presente e quindi, in senso stretto, non esiste il concetto di “bricolage” (ciò che non è ingegneria). Eppure il concetto deve essere usato – insostenibile ma necessario. “Dal momento in cui smettiamo di credere in un tale ingegnere. . . non appena si ammette che ogni discorso finito è vincolato da un certo bricolage,. . . l'idea stessa del bricolage è minacciata e la differenza in cui assume il suo significato si decompone. “(ED 418, SC 256) La possibile e implicita mossa gerarchica, ricordandoci che il bricolage come modello è” pre-scientifico “, in basso una catena di sviluppo teleologico, qui scompare. Derrida non ammette la possibilità di vedere il bricolage come un metodo di indagine pre-scientifico, più basso sulla scala evolutiva. Si può ora iniziare a comprendere una frase piuttosto criptica nella grammatologia: “Senza quella traccia [di scrittura sotto cancellazione],. . . il testo ultra-trascendentale [bricolage under erasure] assomiglierà così strettamente al testo pre-critico [bricolage plain and simple] da essere indistinguibile da esso. “(90, 61) Questo annullamento pur mantenendo l'opposizione tra bricolage e ingegneria è un analogo per l'atteggiamento di Derrida verso tutte le opposizioni – un atteggiamento che “cancella” ..... 

Indice

Sezione 1
17
Sezione 2
34
Sezione 3
58
Copyright

34 sezioni non visualizzate

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche