Grammatica siciliana

Copertina anteriore
Sellerio Editore Palermo, 2008 - 96 pagine
0 Recensioni
La prima grammatica siciliana pubblicata da Giuseppe Pitrè alla fine dell'Ottocento. L'interesse per la cultura e la storia della Sicilia, sempre vivo, a giudicare dalle opere di narrativa, saggistica, ma anche dai libri d'arte, di ricette e di costume, trova con questo libro lo strumento base ed "elementare" per la conoscenza della civiltà isolana, certo il più tradizionale ma non per questo privo di validità e di interesse. E l'autore, uno dei pionieri della linguistica moderna e dei suoi stretti rapporti con il patrimonio folclorico, si rivela sicura garanzia: uno studio in cui mai viene perso di vista l'inscindibile nesso tra "lingua" e "cultura". "Questi miei appunti non hanno alcuna pretesa: conosco abbastanza le mie deboli forze perché non presuma di aver fatto cosa che risponda alle esigenze degli studi che fervono calorosamente attorno a questa nuova paleontologia glottica. Forse un giorno, ricco di nuovi documenti, vernacoli, sorretto da altri studi, munito di segni grafici che rendano il meglio che sia possibile la fonetica popolare, e soprattutto rinfrancato nel corpo e nello spirito ormai stanchi, io potrò fornire opera meno imperfetta e più degna della benevolenza di coloro che hanno a cuore le cose siciliane".

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Riferimenti a questo libro

Informazioni bibliografiche