Il diario di Adam

Copertina anteriore
5 nov 2017 - 134 pagine
0 Recensioni
Achille Centanni e una vita perfetta. Una moglie, un figlio che adora, un lavoro come responsabile dell'equipe psicologica di un hospice.
Achille Centanni e una vita in frantumi. Abbandonato dalla moglie e tradito dalla legge sull’affidamento dei minori, lo psicologo si trova d’improvviso a confronto con la propria incapacità di accettazione riflessa nelle nebulose sfumature dell’alcol. Grazie all' incontro con Irene, Centanni riesce a mantenersi in equilibrio sulla sottile corda dell’esistenza. La ragazzina, appena quindicenne e in fase terminale, cambierà radicalmente l’uomo e, soprattutto, il suo ruolo in questa vita. Un concatenarsi di inspiegabili eventi seguono la scomparsa di Irene dall’hospice, e sfociano in un inseguimento alla cieca, attraverso indizi disseminati su una pista ben delineata, seppur misteriosamente congegnata. Quando l’enigma appare risolto e la vicenda conclusa, inizia la verità. Un itinerario psicologico attraverso una prospettiva fatta di inimmaginabili gradazioni. Un viaggio intrinseco ed evolutivo nelle profondità dell’animo umano, una visione della società attuale, ormai specchio di violenza e crudeltà. Parole scritte, parole dure, parole vere.
Quando la disperazione si trasforma in odio, odiare diventa un atto necessario.
Perché: «In natura esistono predatori o prede. Devi solo scegliere cosa vuoi essere.»

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche