Il viaggio di Giovan Leone [described in his Descrittione dell'Africa] e le navigazioni di Alvise da Ca da Mosto, di Pietro di Cintra [and others] quali si leggono nella raccolta di G. Ramusio. Nuova ed., riveduta

Copertina anteriore
Giovanni Battista Ramusio
1837
0 Recensioni
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 8 - ... nomi de' luoghi, città, e signori che vi abitano al presente, e potria conferirle con quel tanto che ne anno seritto gli autori antichi. Nella qual opera quanto un debile e picciolo ingegno, come è il mio, abbia durato di fatica, massimamente per la diversità delle lingue nelle...
Pagina 175 - ... verità in ogni parte, e questo senza dubbio più presto di manco dicendo, che oltra il vero alcuna cosa narrando. Dovete adunque sapere che il primo inventore di far navigare a' tempi nostri questa parte del mare Oceano verso mezzodì delle terre de...
Pagina 171 - ... viaggiatori , noi non abbiamo giornale alcuno più curioso e più interessante di questo. Vi si troverà singolarmente un' assai utile spiegazione sul commercio dell' oro di Tembuclù , e sui principali rami di esso, poco noto a...
Pagina 110 - Oran per levare i Cristiani da si gravi e spessi danni : la quale armata fu rotta per causa di molti disordini. D'iodi a molti mesi, con l'ajuto d'alcuni vescovi e del cardinale di Spagna una maggiore ne rifece: e con questa in una giornata fu presa la città ; perchè il popolo disordinatamente uscì fuori alla battaglia, e lasciò la città vuota. Il che conosciuto dagli Spagnuoli , mandarono essi una parte delle lor genti da un altro lato della città: i quali non trovando altro contrasto, che...
Pagina 177 - I. confermò tutto quello che mi are.ino detto, esser vero, e molto più ; promettendo di farmi onore e utile se volessi andarvi. Io veramente, inteso il tutto, vedendomi giovane e ben disposto a sostener ogni fatica, desideroso di...
Pagina 179 - Non anno fede ; ma adorano, alcuni il sole, altri la luna e altri pianeti; e anno nuove fantasie di idolatria. Le femmine sue non sono comuni; ma a ciascuno è lecito pigliarne quante vuole: e non torriano femmine vergini, se prima non dormissero col signor suo una notte; e questo lo reputano grande onore. E se mi fusse detto come si sa queste cose, rispondo che gli abitanti delle quattro isole de...
Pagina 196 - ... ferrato ovver legato a lor modo un tagliere rotondo : e con questa sorte di remi vogano per forza di braccia velocissimamente quelle sue barche per la costa del mare a terra a terra. e anno molte bocche di fiumicelli, dove si mettono e vanno sicure: ma comunemente non si slargano molto dal suo paese, perché non sono sicuri da un paese all'altro, che non sian presi e venduti per ischiavi. E in capo di giorni undici terminammo di partirci , e di venir alla bocca del detto fiume; perché molti...
Pagina 194 - ... miei in terra , andarono al primo luogo di questo fiume su per la riva; e trovarono lagune piccole di sale bianchissimo e bello, del quale ne portarono al navilio in gran quantità; e di questo prendemmo quanto ne parse : e cosi trovando l'acqua bonissima, ne togliemmo.
Pagina 190 - Verde si mette un golfo dentro; e la costa è tutta terra bassa, copiosa di bellissimi e grandissimi arbori verdi che mai non perdono foglia tutto l'anno, cioè che mai non si seccano, come le nostre di qua; ma prima nasce una foglia...
Pagina 182 - Negri dall'oro; e quel monte che truovano senza oro, lo levano ; e agli altri monti di sale tornano a mettere più oro, se li pare, ovvero lasciano il sale.

Informazioni bibliografiche