Inciampare nel cancro e rialzarsi. La filosofia del decathlon come efficace adiuvante alle cure mediche per ostacolare il male

Copertina anteriore
Faust Edizioni, 2019 - 140 pagine
Motivato dalla speranza che questo libro-diario possa essere utile a quanti, malauguratamente, dovessero inciampare nello stesso "ostacolo", l'autore ha deciso di parlare di questa sua impegnativa esperienza. La chiama esperienza anche se, per i suoi trascorsi, sarebbe più appropriato definirla ennesima sfida o 'decathlon della sopravvivenza'! "Sei un combattente, un lottatore, sei una roccia... ce la farai". È questa la frase più ricorrente che il professor Testi si è sentito ripetere, da amici e conoscenti, nel tentativo di rincuorarlo all'indomani della diagnosi del 'brutto male' (mieloma multiplo) che 'sportivamente' combatte dal settembre del 2016. "Sinceramente non so se sono un 'combattente' o un 'lottatore', ma so con certezza che nella vita privata, come nello sport, non ho mai lesinato sacrificio e impegno" dice di sé. Lo sport come metafora della vita, raccontato con umanità, trepidazione e grinta. Con un ricco apparato fotografico.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Un libro di forte impatto emotivo, valido aiuto per chi deve affrontare una difficile sfida. Utilizzando le motivazioni che gli Sportivi giornalmente trovano dentro di loro per affrontare le proprie "gare", Mario affronta la notizia di un linfoma, dedicandosi a questo, alla cura del proprio corpo (e mente), senza trascurare l'impegno sociale che lo ha sempre contraddistinto.
Nella citazione finale «Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare. Non le hai scelte e nemmeno le vorresti, ma arrivano e dopo non sei più uguale. A quel punto le cose sono due: o scappi o le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga ti cambia… e tu hai solo la possibilità di scegliere, se in bene o in male.» [Giorgio Faletti] la chiave di lettura per tutto il libro. E, naturalmente, è inutile dire che Mario ha scelto di affrontare la sfida e, dovendo farsi cambiare, farlo in meglio.
 

Informazioni bibliografiche