Io sono l'abisso

Copertina anteriore
Longanesi - 400 pagine

Il nuovo capolavoro di un autore internazionale



«In Italia, se dici thriller, dici Donato Carrisi. »
D la Repubblica - Paola Barbato

«Maestoso. Carrisi riesce a superare persino se stesso. »
Corriere della Sera - Chiara Gamberale

«Il nuovo potente romanzo di Donato Carrisi.»
Corriere della Sera - Chiara Gamberale

«In Italia, se dici thriller, dici Donato Carrisi.»
D la Repubblica - Paola Barbato

Dopo La casa delle voci, il thriller che ha ipnotizzato il pubblico italiano, una nuova avvincente sfida: un viaggio nel buio che è in ognuno di noi.

Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s’intravede all’orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L’uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti.
E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto.
L’uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l’eccezione di rare ma memorabili serate speciali.
Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall’incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui che ha scelto di essere invisibile, un’ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente.
Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l’uomo che si nasconde dietro la porta verde.
Ma c’è un’altra cosa che l’uomo che pulisce non può sapere: là fuori c’è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l’oscura fama che la accompagna.
E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C’è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Tutti eravamo in trepidazione per l’uscita dell’ultimo libro di Donato Carrisi,
considerato l’autore italiano di thriller che ha venduto più copie al mondo.
La sua ultima storia non è altro che una
riconferma della sua fama di scrittore, un
libro da divorare in pochi giorni.
I fatti narrati, peraltro tratti da una storia vera, hanno inizio da un trauma subito da un
bambino; il nostro protagonista. Sarà la sua personalità, plasmata da un’infanzia
terribile, ad aprirci le porte ad angoscianti scenari. La sua vita, che non gli ha donato
neanche un nome, si intreccerà con altri due personaggi: una giovane ragazza e una
donna più matura. Tutti appariranno sin da subito accomunati dal fatto che ognuno di
loro, nella sua esistenza, ha conosciuto l’abisso…hanno tutti toccato il punto più
basso che la vita purtroppo ci può riservare; un buio passato, un buio destino. Questi
tre personaggi si rincorreranno, ognuno per raggiungere un fine diverso dall’altro,
fino all’epilogo.
Il tema principale che traspare da questo Thriller capace di farci letteralmente
incollare alla sedia, è la morte; è lei il collegamento tra i tre protagonisti. C’è chi la
“regala”, chi la rincorre e chi la aspetta.
La cosa che salta all’occhio dalla lettura di questo libro, è l’analisi introspettiva dei
soggetti; si finirà per avere empatia con tutti ed è proprio questo che ci “costringe” a
proseguire fino alla fine. La trama è ben strutturata e le vicende ci lasceranno con il
fiato sospeso.
IL PERSONAGGIO CHE HO AMATO: “l’uomo senza nome”. Anche se attorniato
da un’aura malvagia, è proprio ciò che pensa sia giusto che lo contraddistingue. È
convinto che non ci sia niente di male in quello che fa ed è in grado, secondo di lui,
perfino di amare. È questa contrapposizione di bene e male che affascina. Cos’è bene
e cos’è male? Ma soprattutto, chi sei tu?
Le aspettative su questo libro sono state pienamente soddisfatte.
In un battito di pagine (pagina Instagram e Facebook)
 

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

inizio 27/12/2020.
fine 20/01/2021.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni sull'autore (2020)

Donato Carrisi è nato nel 1973 a Martina Franca
e vive fra Roma e Milano. Dopo aver studiato
giurisprudenza, si è specializzato in criminologia
e scienza del comportamento. Scrittore, regista
e sceneggiatore di serie televisive e
per il cinema, è una firma del Corriere della
Sera. È l’autore dei romanzi bestseller internazionali
(tutti pubblicati da Longanesi) Il
suggeritore, Il tribunale delle anime, La donna
dei fiori di carta, L’ipotesi del male, Il cacciatore
del buio, La ragazza nella nebbia – dal
quale ha tratto il film omonimo con cui ha
vinto il David di Donatello per il miglior regista
esordiente –, Il maestro delle ombre,
L’uomo del labirinto – da cui ha tratto il film
omonimo – , Il gioco del suggeritore e La casa delle voci.
Ha vinto prestigiosi premi in Italia e all’estero come il Prix Polar e il Prix Livre de Poche in Francia e il Premio Bancarella in Italia. I suoi romanzi, tradotti in più di 30 lingue, hanno venduto milioni di copie.

Informazioni bibliografiche