L'atlante delle nuvole

Copertina anteriore
Frassinelli, 2005 - 597 pagine
Un notaio di metà Ottocento che riluttantemente si trova a solcare l'Oceano Pacifico; un compositore diseredato che compone sonate e lettere d'amore per il suo amante nel Belgio, negli anni Trenta; un giornalista di successo della California reaganiana; un editore britannico impegnato a sfuggire ai creditori nascondendosi in una casa di riposo; un androide programmato per servire ai tavoli di un bar che racconta la sua storia da una cella del braccio della morte; e, a chiudere il cerchio, un giovane proveniente da un arcipelago del Pacifico che si trova a osservare la repentina scomparsa della scienza e della civiltà, nel giro di una sola notte. Sei parti, sei narratori per il romanzo di questo giovane scrittore britannico, finalista del Booker Prize.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Schiaffi e pugni nello stomaco. Come mai non impariamo mai niente dalle esperienze passate? Dove il film (tratto da questo capolavoro) presenta un alto tasso glicemico, il Libro -il capolavoro- presenta un alto tasso di tradimenti, pazzi, assassini, stronzi e calci in culo. E' terribile ma bellissimo, l'autore un genio. 

Informazioni bibliografiche