La psicopatia sessuale

Copertina anteriore
StreetLib, 17 set 2015
0 Recensioni
La Psychopathia Sexualis è una pietra miliare nella storia della psichiatria, lo studio classico per eccellenza sulla devianza sessuale. Un testo così completo che è stato detto persino che ogni tipo di devianza sessuale immaginabile è già stata riportata nell'opera di Krafft-Ebing (masochismo, sadismo, ninfomania, schiavitù sessuale, necrofilia, coprofilia, pedofilia...). Anche se alcune delle concezioni dell'autore sono ormai sorpassate (ad es. le credenze sulle conseguenze della masturbazione; gli stereotipi razziali vigenti al tempo di Krafft-Ebing sull'inferiorità delle razze africane e asiatiche e persino dell'Europa meridionale rispetto agli europei del nord; e stereotipi di genere, in base ai quali la donna era vista come passiva e centrata su un determinato ruolo sociale di sposa e madre, mentre l'uomo era l'elemento attivo, il cacciatore), è innegabile che molte delle sue riflessioni abbiano anticipato le concezioni della scienza moderna sulla malattia mentale e la sessualità. Il testo include molto materiale biografico, scritto dai pazienti stessi (i così detti casi clinici). Comunque, ciò che è innegabile è che quest'opera, ancora oggi, conserva un valore che non è soltanto storico ma umano e clinico.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche