La segregazione amichevole: la "Civiltà cattolica" e la questione ebraica, 1850-1945

Copertina anteriore
Editori Riuniti, 2000 - 265 pagine
0 Recensioni
Il libro presenta una ricostruzione dell'antisemitismo europeo tra la fine dell'Ottocento e il secondo dopoguerra attraverso la rivista più autorevole del mondo cattolico, 'La Civiltà Cattolica', che si trova a fiancheggiare e appoggiare, quando non a promuovere, i fenomeni culturali e politici a cavallo dei due secoli. La nascita dei cristiano-sociali in Austria e "l'affaire Dreyfus" in Francia, i processi per omicidio rituale nell'impero asburgico e l'affermarsi dei totalitarismi appaiono come tappe di una campagna politica che si snoda lungo sei pontificati, rimossa dai protagonisti e dimenticata dagli studiosi, la cui analisi permette una nuova comprensione di aspetti dell'antisemitismo e dell'autoritarismo moderno.

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

secondo la Civiltà Cattolica
124
Note
157
Bibliografia
235
Copyright

1 sezioni non visualizzate

Parole e frasi comuni

Riferimenti a questo libro

Informazioni bibliografiche