La signora del gioco: episodi della caccia alle streghe

Copertina anteriore
Feltrinelli, 1976 - 245 pagine
Tra il XV e il XVIII secolo migliaia di streghe furono processate e condannate in Europa per delitti fantastici e impossibili. Non sapremo mai quante furono, forse centinaia di migliaia, forse più di un milione. In compenso conosciamo bene ciò di cui erano accusate, e di alcune streghe anche il nome, la condizione sociale, la vicenda personale. Dai documenti che ci danno queste informazioni non ricaviamo però risposta alla semplice domanda: perché? Questo libro chiede al lettore di rinunciare a trovare una risposta generale e di dedicare la propria attenzione alla storia particolare di alcune donne che subirono la persecuzione: Caterina Ross, Anna Maria Sertora, Barbara Marostega, Giacoma Vinanti, Antonia Comba. Molti storici hanno deciso e dichiarato che ormai non è più possibile conoscere il punto di vista delle vittime perché i documenti rimasti furono scritti dai loro persecutori. Decisione frettolosa. C'è un legame che non si può rompere tra persecutore e vittima; e quando il primo afferma il proprio punto di vista e le proprie ragioni, vi tira dentro, secondariamente ma necessariamente, anche la vittima. Basta avere la pazienza di seguire il filo esile e intermittente di questa presenza seconda.

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Nessuno ha paura di Caterina Ross
38
processi in Val di Fiemme
46
processi in Val di Fiemme
106
Copyright

3 sezioni non visualizzate

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche