La terra del rimorso. Contributo a una storia religiosa del Sud

Copertina anteriore
Il Saggiatore, 2009 - 445 pagine
Salento, "terra del rimorso", "terra del cattivo passato che torna e opprime col suo rigurgito". Qui, nel 1959, un'equipe guidata da Ernesto De Martino conduce una ricerca etnografica per studiare il tarantismo, antico rito contadino caratterizzato dal simbolismo della taranta - il ragno che morde e avvelena - e dalla potenza estatica e terapeutica della musica e della danza. Con un'impostazione inedita rispetto a quella di tanta letteratura meridionalista di stampo folcloristico, De Martino dimostra come le pratiche rituali abbiano la funzione di scongiurare le ansie di un'esistenza segnata dalla povertà e dall'emarginazione. Un classico imprescindibile che interpreta il fenomeno delle tarantolate dal punto di vista storico, culturale e religioso.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Clara Gattini
13
Prefazione
35
Tarantismo e malattia
63
Rimorso nella canicola
110
Tarantismo ed economia
123
Lo scenario e gli oggetti del rito
145
Copyright

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche