Le memorie di guerra di papÓ

Copertina anteriore
Beit, 2013 - 301 pagine
L'autore di queste memorie era un giovane insegnante di lettere presso la Civica Scuola Reale in via dell'Acquedotto a Trieste quando, nell'estate del 1914, venne inaspettatamente travolto dal primo conflitto mondiale della nostra epoca. Pur sentendosi italiano e discendendo da una famiglia che da generazioni parlava italiano, il sottotenente Antonio Budinich (era nato con questo cognome nel 1878 a Lussinpiccolo) si era laureato in storia a Vienna, padroneggiava perfettamente il tedesco ed era un italiano nato nell'Impero dell'Austria-Ungheria. In queste memorie, scritte originariamente per i figli che ricorda ancora bambini, Antonio racconta con semplicitÓ e in tono famigliare i quattro anni passati sotto le armi, in compagnia di un'umanitÓ varia anche se sostanzialmente unita dal naturale desiderio di tornare a casa incolume, uscendo indenne da un cataclisma di cosý immani proporzioni. Quello che i soldati di tutti gli eserciti non immaginavano e non potevano prevedere era che il mondo in cui si trovavano le loro case non sarebbe mai pi¨ stato lo stesso.

Informazioni bibliografiche