Lezioni di filosofia della comunicazione

Copertina anteriore
GLF editori Laterza, 2008 - 222 pagine
La comunicazione è ovunque, a un livello sub-linguistico come sovra-linguistico, nell'arte, nella politica, nelle città, nella letteratura, nel cinema. Il linguaggio è una parte, anche se certamente dominante, della comunicazione. Questo volume non affronta solo lo studio tecnico o semiotico della comunicazione e la descrizione sociologica dei suoi contesti, ma analizza come la stessa natura umana sia determinata dal nostro carattere comunicativo. Ugo Volli offre una triplice definizione della comunicazione, come tre sono i livelli del coinvolgimento comunicativo. Il primo livello, il cerchio. La nostra umanità non può realizzarsi al di fuori di una "sfera discorsiva", l'ambiente comunicativo in cui siamo inseriti. Il secondo livello: la rete. Nella sfera della comunicazione costituiamo di continuo relazioni, costruiamo scambi, assumiamo responsabilità. Ogni atto di comunicazione è per qualcuno e si traduce nel dialogo. Questo è il livello dove nascono l'etica e l'estetica. Il terzo livello, lo sguardo. La comunicazione ci impone di costruire senso, di interpretare gli atti comunicativi cui siamo esposti, dando loro prospettiva e finalità. È a questo livello che nascono le religioni, le culture, le grandi narrazioni e i meccanismi collettivi di interpretazione del reale.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Lezioni di filosofia della comunicazione

Recensione dell'utente  - Tomas - IBS

Il prof. Volli è straordinario come al solito, un libro molto chiaro su tematiche filosofiche, che non sempre sono comprensibili ai più, che Volli riesce a rendere chiare e comprensibili anche grazie ... Leggi recensione completa

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche