Noi cittadini d'Europa? Le frontiere, lo stato, il popolo

Copertina anteriore
Manifestolibri, 2004 - 251 pagine
La questione dell'Europa e delle sue frontiere Ŕ oggi un banco di prova essenziale per la cittadinanza; Ŕ il terreno su cui la democrazia pu˛ bloccarsi, trasformandosi in una segregazione strisciante, oppure riprendere il suo slancio nella direzione dell'apertura e dei nuovi diritti. L'Europa Ŕ arrivata a un punto di non-ritorno e si configura oggi come un crocevia. La necessitÓ di un'organizzazione sovranazionale o postnazionale Ŕ divenuta inaggirabile, ma si scontra con limiti materiali e intellettuali che non sono stati mai superati. La costruzione dell'Europa come nuova comunitÓ politica presuppone l'invenzione di una forma democratica capace di andare oltre la sovranitÓ nazionale divenuta ormai fittizia e di aprire un nuovo "cantiere della cittadinanza" contro ogni nostalgia identitaria.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Informazioni bibliografiche