Nostra sorella Antigone

Copertina anteriore
Villaggio Maori, 2017 - 308 pagine
Sorella fedele, vergine pietosa, romantica ribelle, fiera disobbediente, paladina dei diritti umani: queste sono solo alcune delle interpretazioni che nei più vari ambiti sono state date di Antigone da quando nel 442 a.C. calcò per la prima volta le scene ateniesi nella tragedia di Sofocle che da lei prende il titolo. Muovendosi all'interno di un simile sconfinato orizzonte di riletture e riscritture del personaggio, questo volume più specificamente si occupa delle Antigoni delle donne, ossia delle variazioni che negli ultimi ottanta anni filosofe, letterate, drammaturghe e registe hanno messo in atto sul tema di una sorellanza a volte sofferta, ma comunque destinata a incidere sulla costruzione dell'identità femminile.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche