Orfani e bastardi: Milano e l'Italia viste dal "Giorno"

Copertina anteriore
Donzelli Editore, 2009 - 321 pagine
Tra le principali fucine culturali che hanno segnato la storia del Novecento italiano, un posto d'onore spetta senz'altro al quotidiano milanese che a metà degli anni cinquanta ha segnato una svolta nel giornalismo nazionale: "Il Giorno". Fondato a Milano nel 1956, il quotidiano voluto da Enrico Mattei, presidente dell'Eni, si presentò sin da subito come "rivoluzionario" tanto nella grafica che nei contenuti. Il successo e la capacità di penetrazione dell'opinione pubblica furono immediati, specie fra le giovani generazioni. E tra i giornalisti più rappresentativi del "Giorno", si formò e poi affermò Vittorio Emiliani, che dopo più di trent'anni ne ripercorre in queste pagine la storia ricca di retroscena e di personaggi romanzeschi; dapprima l'ascesa, con Gaetano Baldacci, poi con Italo Pietra, in parallelo con il primo "miracolo italiano", con la svolta di centro-sinistra e con il ruolo strategico dell'industria di Stato. E poi la storia amarissima dello stravolgimento e del declino della testata a partire dal 1972, con la direzione di Gaetano Afeltra; sono gli anni della lotta tenace, prolungata, dei redattori per salvare qualità e originalità del quotidiano, lasciato impoverire da un'impresa pubblica sempre più soggetta ai partiti di governo e sempre meno innovativa, e sono anche gli anni della diaspora di firme e talenti. Ne viene fuori una sorta di romanzo storico di un ventennio, lo spaccato conflittuale di un'Italia allora ricca di slancio, di speranza.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Quei contratti dentro la Jaguar
3
Mattei Longanesi e Baldacci
15
Nasce una redazione straordinaria
25
Del Duca sulla cassa di champagne
37
Quei cronisti col trench alla Bogart
45
Le scommesse di Eni e Finsider
59
La strana coppia BaldacciFusco
75
Arriva il comandante Edoardo
83
Parte seconda La Dc e lEni oscurano Il Giorno
193
Svolta a destra Pietra licenziato
195
Con Afeltra è scontro continuo
211
Forcella polemizza? Se ne vada
225
Dallavanguardia alla retroguardia 235 Sul Messaggero altri contrasti
235
Murialdi ci lascia in anticipo
237
Sfidato a duello dallammiraglio
245
Sul divorzio dibattito di fuoco 263 Censurato il vaticanista Zizola
263

A scuola da Nasi e da Bocca
97
Inchieste mordenti e varietà varietà
109
Cade Mattei restiamo orfani
119
Professore Rozzoni e Brera
129
La Milano moderna della Zanzara
145
Se ne va Pansa arriva Del Boca
165
In giro con Riccardo Lombardi
171
Spesso soli contro le provocazioni
179
Quando la Lombardia era europea
185
Zero in divorzio e in gestione
267
sovversivi e il similSolferino
277
biondino è un po grigio adesso
285
Epilogo la diaspora
293
Note
301
Bibliografia essenziale
311
Indice dei nomi
313
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche