Padre mio, mi abbandono a te. Un commento alla preghiera di Charles de Foucauld

Copertina anteriore
Città Nuova, 1991 - 216 pagine
0 Recensioni
Padre mio, mi abbandono a te. Fa' di me ciò che ti piace. Qualunque cosa tu faccia di me Ti ringrazio. Sono pronto a tutto, accetto tutto Purché la tua volontà si compia in me E in tutte le tue creature. Non desidero niente altro, mio Dio. Rimetto la mia anima nelle tue mani, Te la dono, mio Dio, Con tutto l'amore del mio cuore. Perché ti amo. Ed è per me una esigenza d'amore il donarmi, Il rimettermi nelle tue mani senza misura Con una confidenza infinita, Poiché tu sei il Padre mio.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

LA PAURA E IL SEGNO CHE NON TI LASCI GUIDARE DALLO SPIRITO
11
PADRE MIO
25
MI ABBANDONO A TE
37
FA DI ME CIO CHE TI PIACE
47
QUALUNQUE COSA TU FACCIA DI ME TI RINGRAZIO
59
SONO PRONTO A TUTTO ACCETTO TUTTO
71
PURCHÉ LA TUA VOLONTÀ SI COMPIA IN ME E IN TUTTE LE TUE CREATURE
85
NON DESIDERO NIENTE ALTRO MIO DIO
97
CON TUTTO LAMORE DEL MIO CUORE
131
PERCHE TI AMO
139
ED E PER ME UNA ESIGENZA DAMORE IL DONARMI
149
RIMETTERMI NELLE TUE MANI SENZA MISURA
159
CON UNA CONFIDENZA INFINITA
169
PERCHE TU SEI IL PADRE MIO
179
CONCLUSIONE
191
EVANGELIZZAZIONE ED IMPEGNO POLITICO
195

RIMETTO LA MIA ANIMA NELLE TUE MANI
109
TE LA DONO MIO DIO
121

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche