Politica di coesione e questione urbana. Programmi e strumenti di finanziamento per lo sviluppo delle città

Copertina anteriore
Carocci, 2015 - 151 pagine
Il tema della dimensione urbana è andato assumendo negli anni un ruolo crescente sino a trovare una collocazione centrale non solo nella strategia Europa 2020 dell'Unione, ma altresì nelle politiche di coesione messe in campo da diversi Stati membri. Le città vengono reinterpretate come i principali motori dell'economia dell'Unione; da esse si attende il contributo decisivo alla ripresa di competitività dell'Europa, ma sono anche i luoghi dove la crisi sta producendo il suo maggiore impatto in termini di disoccupazione, povertà ed esclusione sociale. Fondamentale, quindi, che la futura agenda urbana europea promuova una governance multilivello delle politiche urbane in grado di coinvolgere, sia in ambito comunitario che dei singoli Stati membri, le autorità regionali e locali in tutte le fasi del ciclo di interventi. Ma quali sono gli strumenti e le risorse messe in campo finora? Qual è il reale valore della dimensione urbana nella politica di coesione da anni sostenuta da finanziamenti diretti e indiretti comunitari? L'Italia come sta costruendo un nuovo ruolo delle città nel ciclo di programmazione 2014-20 dei fondi strutturali? A queste e molte altre domande cerca di rispondere il volume sollecitando la nascita di un disegno strategico unitario per le aree urbane che ancora stenta a delinearsi.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche