Shakespeare nostro contemporaneo

Copertina anteriore
Feltrinelli Editore, 2002 - 249 pagine
E' possibile accostarsi a Shakespeare come a un contemporaneo senza falsare quei valori storici dai quali tuttavia non può prescindere la lettura di un testo poetico? Non è solo possibile, risponde Jan Kott, ma è questo l'unico modo di comprendere il grande drammaturgo elisabettiano. L'originalità dell'interpretazione passa attraverso questa intuizione di fondo: l'uomo, stritolato nell'ingranaggio della storia, ritrova la propria dimensione umana, la dimensione dell'intelligenza, interrogandosi sul senso della vita e del proprio destino.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Sommario

Sezione 1
5
Sezione 2
13
Sezione 3
56
Sezione 4
71
Sezione 5
79
Sezione 6
92
Sezione 7
129
Sezione 8
136
Sezione 9
166
Sezione 10
211
Sezione 11
221
Sezione 12
237
Sezione 13
245
Sezione 14
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche