Sottocultura. Il fascino di uno stile innaturale

Copertina anteriore
Costa & Nolan, 2008 - 173 pagine
Scritto a ridosso della fine del punk, il saggio di Hebdige è un viaggio affascinante nel mondo sotterraneo delle culture giovanili inglesi dagli anni Cinquanta fino all'esplosione del 1977. Teddy boy e beat, mod e rocker, skinhead e punk: Hebdige dimostra come le diverse sottoculture sorsero e si svilupparono nel dialogo, e talvolta nello scontro, tra la working class bianca e gli immigrati neri, nel tentativo di dare risposta all'ostilità e alla derisione dei gruppi sociali dominanti. Forme di resistenza figlie dello stesso disagio, le sottoculture si scontravano con il mondo dei "normali" e degli adulti. Creatrici di stile e immagine, erano allo stesso tempo vittime compiacenti dell'industria della musica e della moda.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche