Sull'efficacia. Cina e Occidente a confronto

Copertina anteriore
Il Sole 24 Ore, 2008 - 80 pagine
1 Recensione
L'autore illustra la differenza fra il concetto cinese di efficacia e quello occidentale di efficienza: il saggio cinese non ha un atteggiamento attivo di fronte alla realtà, ma si ripromette di far sì che il suo scopo si realizzi da sé facendo evolvere in un senso favorevole il "potenziale della situazione". Non a caso il pensiero cinese ha per emblema il drago, che indica sinuosità e capacità di adattamento. "È necessario aiutare colui che arriva solo". "Aiutare colui che giunge solo o favorire ciò che mi è favorevole, significa, quindi, usare la situazione in modo da trarne vantaggio." Un testo che va ai fondamenti del pensiero cinese e di quello occidentale, tanto più utile oggi che le due antiche civiltà si incontrano e scontrano quotidianamente con una intensità che non ha riscontri nella storia passata.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche