Universalismo e relativismo nell'etica contemporanea

Copertina anteriore
Marietti 1820, 2007 - 198 pagine
0 Recensioni
Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
L'intento Ŕ di superare l'"impasse" tra l'universalismo etico illuminista, con le sue insolute aporie, e il relativismo post-moderno, con la sua "insostenibile leggerezza". Il nichilismo post-moderno nega la possibilitÓ stessa di porre filosoficamente il problema, pertanto il primo passo consiste nella giustificazione del senso e del ruolo di questa indagine. Il contesto della globalizzazione richiede un'etica mondiale, in grado di coniugare differenze e pluralismo. Bisogna quindi esaminare le istanze relativistiche e le loro motivazioni per far emergere le ragioni che spingono ad impostare un'etica razionale e non razionalistica che consenta di rendere ragione alle istanze dell'autenticitÓ, della diversitÓ sociale e del riconoscimento. Dal confronto con le diverse figure di razionalitÓ pratica attualmente pi¨ rilevanti emergeranno i tratti essenziali di una proposta di riflessione per l'etica di oggi, in cui proprio le ragioni del pluralismo etico spingano a rifiutare il relativismo e a fondare nell'umanitÓ degli uomini i doveri reciproci di rispetto e responsabilitÓ.

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Introduzione
7
Globalizzazione e universalismo
57
69
119
Copyright

4 sezioni non visualizzate

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche