Vocabolario sardo-italiano e italiano-sardo, coll'aggiunta dei proverbj sardi, Volumi 1-2

Copertina anteriore
Dalla Tipografia nazionale, 1851
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Brani popolari

Pagina xv - Omnia flumina intrant in mare, Et mare non redundat; Ad locum unde exeunt flumina Revertuntur ut iterum fluant.
Pagina xvi - Asinus in tegulis. » — Quelque chose d'extraordinaire. Proverbe latin, PETRONE, Sat. 45, 8. 43. « Lega l'asino dove vuole il padrone, e s'e' si scortica, suo danno. » Proverbe italien. « Prende s'ainu inue narat su padronu, et si morit, est a contu de su padronu. » Sardaigne, SPANO. « Taca l'aso dova vefil '1 padron, s'el luv lo mangia sô dan.
Pagina 12 - Caddu et pobidda leadila in bidda, et si ses a manera, léala in carrera, (ea.) Pferd und Herrin (Frau) nimm int Dorf und wxnm du kannst, nimm sie in der Strasse.
Pagina 20 - Fest auf Kosten der Ändern feiern. L'è un bel balar ne la sala dei altri. (v.) S.
Pagina 38 - Su peccadu de s' iscandalu , est plus mannu de su qui si fagliet. /•' peccato dello ¡cándalo è più grande di quello che si fà. ISCABPA Log. Scarpa. Fagber islaro sos pedes intro un
Pagina 19 - Occhio di caprajo. Dicesi ad uno che lia occhio conoscitore , presa la siroililudino dai capraj che danno i capretli allé rispctlive madri.
Pagina 28 - Qui comporat sa farina est cegu ad un oju , et qui comporat su pane ad ambos ojos.
Pagina 34 - Quando duos sunt gherrende, mai ti ponzas in mesu. Quando due si stanno azzuffando, non vi mrttiatf in mezzo.
Pagina 19 - Sa pedde pagat sa eraba. La pelle paga la capra. Prov. vero letteralmente, ed ha molli sensi melnf.
Pagina 196 - DI i ni., (a) Log. a punta, dicesi del modo come le donne si abbigliano il velo di (esta.

Informazioni bibliografiche