I Cannoni di Venezia. Artiglierie della Serenissima da relitti e collezioni in Italia, Israele, Malta e Spagna

Copertina anteriore
All’Insegna del Giglio, 29 lug 2016 - 138 pagine

Dal XV secolo, i fiorenti commerci e l’efficace sistema di controllo dei domini della Serenissima Repubblica di Venezia hanno potuto contare su una forza militare straordinaria costituita da una potente flotta, prima di galee e, dal Seicento, di vascelli, armata con quelle che probabilmente erano tra le migliori artiglierie prodotte in Europa. Il libro raccoglie la catalogazione riccamente illustrata di 53 pezzi di artiglieria, tra armi in ferro battuto, in bronzo ed in ferro fuso, conservati in Italia, Israele, Malta e Spagna provenienti da relitti navali, musei e collezioni private che permettono di ricostruire la storia della loro produzione, i nomi e l’attività dei loro fonditori e le magistrature preposte alla loro gestione. L’opera completa lo studio sui pezzi veneziani conservati in Turchia, Grecia e Croazia raccolto nel precedente volume I cannoni di Venezia. Artiglierie della Serenissima da fortezze e relitti di C. Beltrame e M. Morin. Il volume contiene un contributo di Ehud Galili, Il relitto di Megadim

 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Nomenclatura essenziale delle bocche da fuoco ad avancarica veneziane per i secoli 1617
133
Copyright

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2016)

 

Informazioni bibliografiche