Scritti postumi di Massimo d'Azeglio, Volume 1

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 272 - Se i sovrani italiani non vogliono che i loro sudditi divengano liberali esaltati, debbono farsi essi medesimi liberali moderati. — Le nostre opinioni devono dunque esser tenute sincere dai principi, perché sono consentanee ai nostri interessi ; e devono essere protette da essi, perché consentanee insieme agli interessi loro. Serviranno agli interessi loro ed ai nostri unendosi strettamente insieme col vincolo di uguali tendenze verso un progresso moderato ma continuo. V. Onde una stretta unione...
Pagina 411 - Del capo ch' egli avea diretro guasto. Poi cominciò: tu vuoi ch' io rinnovelli Disperato dolor che '1 cuor mi preme Già pur pensando pria ch' io ne favelli. Ma se le mie parole esser den seme Che frutti infamia al traditor ch' io rodo, Parlare e lagrimar vedrai insieme. Io non so chi tu sie, né per che modo Venuto se' quaggiù ; ma Fiorentino Mi sembri veramente quand' io t
Pagina 504 - ... uso innocente di fumar tabacco, ed ardiva di farlo anche attruppandosi e violentando i passeggieri colti a fumare. A reprimere un tanto eccesso ed a dissipare gli attruppamenti furono attivate pattuglie di forza armata ; e perché non si rinnovino questi colpevoli tentativi si avverte il pubblico, che saranno tosto arrestati coloro che vi si abbandonassero ; che la forza pubblica di polizia procederà completamente armata per rintuzzare con vigore ogni criminosa resistenza, e che a tenore dell'Avviso...
Pagina 145 - Ch'egli dia codici civili e criminali modellati su quelli degli altri popoli civili d'Europa, i quali consacrino la pubblicità dei dibattimenti, la istituzione dei giurati, l'abolizione della confisca, e quella della pena di morte per le colpe di lesa maestà. 3) Che il tribunale del Santo Officio non eserciti veruna autorità sui laici, né su questi abbiano giurisdizione i tribunali ecclesiastici. 4) Che le cause politiche sieno quind'innanzi ricercate e punite dai tribunali ordinarii giudicanti...
Pagina 505 - Encicliche a tutti i nostri vene» rabiii fratelli, i Vescovi, indirizzate il 9 di novembre » scorso. » Si ricorda da ultimo ai sudditi il divieto di portare coccarde od altri emblemi stranieri, ed a tutti poi qualsiasi altro distintivo politico, simbolo o segno di ricognizione, sotto comminatoria dell' arresto, salvo quant
Pagina 145 - sieno quindi innanzi ricercate e punite dai tribunali ordinari giudicanti colle regole comuni. 5. Che i Consigli municipali siano eletti liberamente dai cittadini ed approvati dal Sovrano ; che questi elegga i Consigli provinciali fra le terne presentate dai municipali, ed elegga il Supremo Consiglio di Stato fra quelle che verranno avanzate dai provinciali.
Pagina 86 - Iddio ha lolta la mente ed ottenebrata la vista! Ma tutte le dette nefandità furono inutili ad ottenere lo scopo che si voleva dalla Commissione. Le torture, le circuizioni, le...
Pagina 510 - ... che i sudditi austriaci i quali stampassero fuor di Stato, non sien tenuti colpevoli per questo solo che stampano fuor di Stato senza licenza: ma che alla natura dello scritto medesimo sia posto mente, come la legge ordinava. « Le quali domande, avendo lor fondamento in essa legge di VMIR e nella sana ragione, crederemmo far torto alla sana ragione e alla legge se ci spendessimo lunghe parole a conferma ea preghiera ». Io vi presento, o signori, con la mano sinistra la legge, con la destra...
Pagina 439 - ... indignazione universale che arde in ogni anima, che spinge all'ultimo sacrificio ogni persona : v' è quella congiura della quale tutti sono capi e non è capo nessuno, perché chiunque proponga un partito parlando per sé parla collo spirito di tutti, tutti si trovan convinti, tutti d'accordo lo seguono: v'è la congiura delle verità manifeste e delle persuasioni universali; quella che produsse le allegrezze, a voi così terribili, di Roma, di Firenze, di Genova, di Torino, e le battaglie di...
Pagina 262 - ... vale a dire massime moderate, e dare a queste massime tutta la possibile pubblicità. Tennero questa via, che venne riconosciuta buona, e seguita, dapprima dalle varie frazioni del partito liberale, poi, a poco a poco, se non seguita, venne approvata da quegli uomini stessi che per...

Informazioni bibliografiche