Grande illustrazione del Lombardo-Veneto: ossia, Storia delle citta, dei borghi, comuni, castelli, Volume 5,Parte 1

Copertina anteriore
Per la società editrice, A. Tranquillo Ronchi, 1859
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 920 - Rispettate o posteri la celebrità di questa stanza — Dove — TORQUATO TASSO — Infermo più di tristezza...
Pagina 918 - Ch' onde si forma non può dirsi appieno . 4<{8. A BERGAMO Terra, che'l Serio bagna, e'l Brembo inonda, Che monti e valli mostri all'una mano, Ed all'altra il tuo verde, e largo piano, Or ampia, ed or sublime, ed or profonda; Perch'io cercassi pur di sponda in sponda Nilo, Istro, Gange, o s'altro è più lontano, O mar da terren chiuso, o l'Oceano, Che d'ogni intorno lui cinge e circonda; Riveder non potrei parte più cara, E gradita di te, da cui mi venne In riva al gran Tirren famoso padre, Che...
Pagina 213 - Siede Peschiera, bello e forte arnese Da fronteggiar Bresciani e Bergamaschi, Ove la riva intorno più discese. Ivi convien che tutto quanto caschi Ciò che in grembo a Benaco star non può, E fassi fiume giù pei verdi paschi. Tosto che l' acqua a correr mette co, Non più Benaco, ma Mincio si chiama Fino a Governo, dove cade in Po.
Pagina 213 - Non più Benaco, ma Mincio si chiama Fino a Governo, dove cade in Po. Non molto ha corso, che trova una lama, Nella qual si distende e la impaluda, E suol di state talora esser grama. Quindi passando la vergine cruda Vide terra nel mezzo del pantano, Senza cultura, e d
Pagina 212 - Appiè dell' alpe che serra Lamagna Sovra Tiralli , ch' à nome Benaco. Per mille fonti, credo, e più si bagna, Tra Garda e Val Camonica, Pennino, Dell' acqua che nel detto lago stagna. Luogo è nel mezzo là, dove il trentino Pastore, e quel di Brescia, e il Veronese Segnar potria, se fesse quel cammino.
Pagina 213 - Ivi convien che tutto quanto caschi Ciò che in grembo a Benaco star non può. E fassi fiume giù pei verdi paschi. Tosto che l'acqua a correr mette co', Non più Benaco, ma Mincio si chiama Fino a Governo, ^ dove cade in Po. Non molto ha corso, ch'e' trova una lama, Nella qual si distende, e la impaluda; E suol di state talor esser grama.
Pagina 158 - Fiandra e d'altri preziosi drappi, di sedie di velluto con frange d'oro, di copiose argenterie, di scrigni ben lavorati ... di ameni giardini e spaziosi con ispalliere d'aranci, cedri, limoni . . . non solo ne...
Pagina 322 - Hercole del 1527, Francesco del 1560, Pirro del 1527 et Federico del 1564; et indi da Vicenzo del 1578, Scipione del 1588 et Ferdinando che spese tesori per sortire una libreria che in Italia non v'era una simile né anco a Roma, sì che Papa Urbano Vili gli ne mandò a dimandare in prestito, et poi...
Pagina 495 - Ducei suo confessore quali lagnanze avessero contro di lui: oppure le dicessero ciascuno al proprio confessore, il quale, celando le persone, ne informasse quel padre. L'insinuazione noii ebbe effetto.
Pagina 322 - Osanna librarii et al palazzo del (marchese Cattaneo e d'altre case, quali fuochi durarono tre giorni con rovina del vicinato. • Dirò che per causa del sacco et contributioni li Alemanni portorono tesori alle case loro. Chi hebbe la Dovana...