Canti

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 10 - ... prestigio di molti e molti suoi confratelli , ma si presenta in tutta la sua schiettezza e direi quasi bonarietà : non si parte un momento dalla vista degli astanti, non ricorre alla solita tazza d'acqua inzuccherata, non finge bisogno di riposo, non ostenta baldanza , non palesa timore , anzi passeggia scioltamente , e adopera , quasi mille occhi rivolti non fossero sopra di lui.
Pagina 227 - Repubbliche propinque assalse e invase; Non del Normanno le falangi ardite Nel prenderti a distretta in suon di morte Giunsero a smantellar le tue bastite. Chi dunque ti recò si dura sorte? Chi la tua nominanza ebbe derisa , • E snervò de
Pagina 10 - ... egli è indizio che gli spettatori a lui guardano. Egli ama credere di essere solo col suo genio, e alla quiete preferisce lo strepito, quasi ei sappia che più possente dello strepito è la voce del suo genio, E infatti un genio è con lui, e gli scintilla negli occhi, nella fronte che si corruga, nelle guance che si tingono di rossore : scelto che egli ha l'argomento se ne rende tosto padrone, e vi s'interna senza preparativi, senza invocazioni, senza un solo de...
Pagina 98 - De' sepolcri al caduto Guerrier... Il Tedesco, il Britanno, lo Scita Oda il suon degli accenti divini, E di sdegni spogliato si inchini Sovra il sasso del funebre ostel. Lungi almeno dall'urna, o Discordia! Qui son mute le belliche offese; Carità la sua fiaccola accese Sotto il salcio del memore avel. (i) Noi non la intendiamo mica, questa Fede cattolica, nel modo che molti della presente generazione la pigliano. corrompendo ed ig-norando stoltamente fin la natura e proprietà de...
Pagina 288 - D'una vergine cara lagrimata. Ve' ! ! ! quella testa attonito II mio pensier...
Pagina 227 - E snervò de' tuoi prodi il braccio forte? No, soldato stranier non t'ha conquisa: Su te distese i dispietati artigli Itala erinni, la sorella Pisa.
Pagina 431 - E il titolo del genio, astro celeste Che le grandi alme investe. Questo sacro di Dio foco possente Vi snebbia d...
Pagina 440 - De' tre regni le sorti cantò ; Franse in riva all' Olona un Lombardo Delle fole vetuste l'impero, E sul Golgota spinto il pensiero Inni eterni alla Fede innalzò. So eh
Pagina 440 - ON è morta la santa favilla Che animò l'esulante Allighieri Quando preso da forti pensieri De...

Informazioni bibliografiche