Il comento di Giovanni Boccacci sopra La Commedia, Volume 1

Copertina anteriore
Gaetano Milanesi
F. Le Monnier, 1863 - 983 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Sommario

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 271 - Ed ecco verso noi venir per nave Un vecchio, bianco per antico pelo, Gridando: Guai a voi, anime prave: Non isperate mai veder lo cielo: l' vegno per menarvi all' altra riva Nelle tenebre eterne, in caldo e in gielo. E tu, che se' costì, anima viva, Partiti da cotesti che son morti.
Pagina 142 - Ed ha natura sì malvagia e ria Che mai non empie la bramosa voglia, E dopo il pasto ha più fame che pria.
Pagina 40 - Siena, e avvenutosi per accidente alla stazzone d'uno speziale, e quivi statogli recato uno libretto davanti promessogli, e tra' valenti uomini molto famoso, né da lui stato giammai veduto, non avendo per avventura spazio di portarlo in altra parte, sopra la panca che davanti allo speziale era, si pose col petto, e, messosi il libretto davanti, quello cupidissimamente cominciò a vedere. E comeché poco appresso in quella contrada stessa, e dinanzi da lui, per alcuna generai festa de...
Pagina 251 - Quis ascendet in montem Domini ? aut quis stabit in loco sancto ejus ? Innocens manibus et mundo corde ; qui non accepit in vano animam suam : nee juravit in dolo proximo suo.
Pagina 66 - Questo libro più anni dopo la morte dello autore fu condannato da messer Beltrando cardinale del Poggetto e legato del papa nelle parti di Lombardia, sedente papa Giovanni XXII. E la cagione ne fu, perciocché Lodovico duca di Baviera dagli elettori della Magna eletto in re de...
Pagina 39 - Sommamente si dilettò in suoni e in canti nella sua 1 Gli stampati : golosità. - Nelle stampe : Aolsono. giovanezza, ea ciascuno che a que' tempi era ottimo cantatore o sonatore fu amico ed ebbe sua usanza ; ed assai cose da questo diletto tirato compose, le quali di piacevole e maestrevole nota a questi cotali facea rivestire.
Pagina 24 - ... medesimo or qua or là incerto, andava vagando per Toscana. Era alcuna particella delle sue possessioni dalla donna col titolo della sua dote dalla cittadina rabbia stata con fatica difesa, de...
Pagina 38 - ... suoi costumi adusate, ciò mettessero in non calere. Rade volte, se non domandato, parlava, e quelle pensatamente e con voce conveniente alla materia di che diceva; non pertanto, laddove si richiedeva, eloquentissimo fu e facondo, e con ottima e pronta prelazione. - Sommamente si dilettò in suoni e in canti nella sua giovanezza, ea ciascuno che a que...
Pagina 10 - Nel tempo, nel quale la dolcezza del cielo riveste di suoi ornamenti la terra, e tutta per la varietà de' fiori mescolati tra le verdi frondi la fa ridente, era usanza nella nostra città, e degli uomini e delle donne nelle loro contrade, ciascuno indistintamente e in distinte compagnie festeggiare ; per la qual cosa, infra gli altri, per avventura, Folco Portinari, uomo assai orrevole in quei tempi tra...
Pagina 50 - Cristo essere ora leone e ora agnello e ora vermine, e quando drago e quando pietra, e in altre maniere molte, le quali volere tutte raccontare sarebbe lunghissimo? che altro suonano le parole del Salvatore nello evangelio, se non uno sermone da

Informazioni bibliografiche