Grammatica della fantasia. Introduzione all'arte di inventare storie

Copertina anteriore
Einaudi Ragazzi, 2013 - 201 pagine
Grazie a Gianni Rodari la letteratura per l'infanzia è stata sottratta al limbo di una produzione minore e restituita, nella sua affascinante complessità, alla storia della letteratura e a quella della pedagogia; il percorso dello scrittore di Omegna non si configura, però, come accomodante itinerario nei luoghi letterari dell'ironia, del paradosso e ancor meno si caratterizza come sentiero tutto interno all'attivismo pedagogico italiano, ma assume via via i segni della contemporaneità, dell'inquietudine, della tensione morale, della coraggiosa protesta civile. L'umorismo dell'assurdo, il gioco della dissacrazione dei luoghi comuni, gli stravolgimenti del linguaggio altro non sono che l'invito reiterato a liberarci dagli schemi, dai pregiudizi, dal conformismo per guardare più lontano; in un momento storico in cui i punti di riferimento morali e civili sembrano smarriti i libri di Rodari ci indicano, anche al di là della felice invenzione e del piacere della lettura, le strade della tolleranza, le vie dell'amicizia sulle quali converrà incamminarci se vogliamo ancora scommettere sul futuro delle nuove generazioni. Edizione speciale per i 40 anni arrichita da contributi inediti

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Ho letto qualcuna della "Favole al Telefono" a persone dai capelli grigi facendo un po' di volontariato. E' fantastico, c'è sempre da imparare! Guglielmo.

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Un libro eccezionale, leggero da leggere ed estremamente moderno.
Consigliato agli adulti che vogliono rimanere bambini; e ai bambini che vogliono imparare a scriver i loro sogni più belli.

Informazioni bibliografiche