Il vero nell'ordine: libri cinque, Volume 1

Copertina anteriore
Successori Le Monnier, 1876
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 70 - Al mio concetto ! e questo, a quel ch' io vidi, È tanto, che non basta a dicer poco. .0 luce eterna, che sola in te sidi, Sola t' intendi, e da te intelletta Ed intendente te, ami ed arridi!
Pagina 448 - ... incontro, e' non è effetto alcuno in natura, per minimo che e' sia, ali' intera cognizion del quale possano arrivare i più specolativi ingegni. Questa così vana presunzione d' intendere il tutto non può aver principio da altro che dal non avere inteso mai nulla, perché, quando altri avesse esperimentato una volta sola a intender perfettamente una sola cosa ed avesse gustato veramente come è fatto il sapere, conoscerebbe come dell' infinità dell'altre conclusioni niuna ne intende.
Pagina 285 - Siedi sovran d' ogni creata cosa ; Tu, per cui tratto io son dal nulla, e penso, E la mia mente a te salir pur osa ; Tu, che se il guardo inchini, apresi il denso Abisso, e via non serba a te nascosa ; Se il capo accenni, trema l...
Pagina 36 - Ecco del mondo e meraviglia e gioco Farmi grande in un punto e lieve io sento; E col fumo nel grembo e al piede il foco Salgo per l
Pagina 447 - ... come il sole ed altri innumerabili fuochi; altri son freddi, come la terra, la luna, Venere ed altre terre innumerabili. Questi, per comunicar l'uno all'altro, e participar l'un da l'altro il principio vitale, a certi spacii, con certe distanze, gli uni compiscono gli lor giri circa gli altri, come è manifesto in questi sette, che versano circa il sole; de...
Pagina 448 - Dio creatore, détte impulso potentissimo, checché si opponga in contrario, all'osservazione dell'uomo interiore, all'esame de' fatti, al metodo vero, e generò tutta una grande Scuola, come il Bossuet, il Fénélon, l...
Pagina 122 - Vedi l' eccelso ornai e la larghezza Dell" eterno valor , poscia che tanti Speculi fatti s' ha , in che si spezza , «ino nanendo in se , come davanti . v.
Pagina 85 - Cosi l'entità e l'ordine sono verità, bellezza e bene; ma il vero, il bello ed il buono son poi entità e ordine, aggiunte solo relazioni distinte. Si distingue la verità dall'essere, perché vi aggiunge la intellirjibilità; eppure s'immedesima con l'entità, perch' é l'ordine dell'entità intelligibile, o in potenza o in atto.
Pagina 397 - Criterj secondarj sono condizioni della natura umana, i quali, dipendendo dall'evidenza, ci aiutano ad avvertirla in modo più vivo , chiaro e sicuro, e quindi sono dell'ordine di Verità i contrassegni. Comincerò dunque dal Criterio, presupposto da
Pagina 447 - E qual dottrina restò salva nel Bruno? La Teologia positiva? No; egli condanna espressamente ogni religione positiva. La Teologia naturale? Ma Dio é l'essenza universale, natura naturante, ch'unisce ogni contradittorio, necessità e contingenza,1' Infinito e il finito, spirito e materia.

Informazioni bibliografiche