Opere di Torquato Tasso colle controversie sulla Gerusalemme poste in migliore ordine, ricorrette sull'edizione fiorentina, ed. illustrate dal professore Gio. Rosini, Volume 31

Copertina anteriore
Capurro, 1831
0 Recensioni
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice


Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 232 - E che in disprezzo suo sprezzin le pene. Credasi , dice , ad ambo : e quella e questi Vinca , e la palma sia qual si conviene. Indi accenna ai sergenti , i quai son presti A legar il garzon di lor catene. Sono ambo stretti al palo stesso, e vˇlto ╚ il tergo al tergo, e 1 volto ascoso al volto. Composto Ŕ lor d...
Pagina 311 - Sia destin ci˛ ch'io voglio: altri disperso se 'n vada errando, altri rimanga ucciso, altri in cure d'amor lascive immerso idol si faccia un dolce sguardo e un riso. Sia il ferro incontra '1 suo rettor converso da lo stuol ribellante e 'n sÚ diviso: pÚra il campo e ruini, e resti in tutto ogni vestigio suo con lui distrutto.
Pagina 247 - LampeggiÓr gli occhi, e folgorÓr gli sguard1, dolci ne l'ira; or che sarian nel riso? Tancredi, a che pur pensi? a che pur guardi? non riconosci tu l'altero viso?
Pagina 218 - Alete Ŕ l' un , che da principio indegno Tra le brutture della plebe Ŕ sorto ; Ma l' innalzaro ai primi onor del regno Parlar facondo e lusinghiero e scorto, Pieghevoli costumi e vario ingegno , Al finger pronto, all' ingannare accorto: Gran fabbro di calunnie adorne in modi Novi, che sono accuse e pajon lodi.
Pagina 10 - Mentre egli il suon de' sacri detti sciolse, Colei di gioia trasmutossi, e rise; E, in atto di morir lieto e vivace, Dir parea; "S'apre il cielo; io vado in pace." D'un bel pallore ha il bianco volto asperso, Come a...
Pagina 177 - ... che tra le frondi il vento spiri, o quale infra gli scogli o presso ai lidi sibila il mar percosso in rauchi stridi. 7 Nudo ciascuno il piŔ calca il sentiero, chÚ l'essempio de...
Pagina 91 - Ella, mentre cadea, la voce afflitta movendo, disse le parole estreme; parole ch'a lei novo un spirto ditta, spirto di fÚ, di caritÓ, di speme: virt¨ ch'or Dio le infonde, e se rubella in vita fu, la vuole in morte ancella.
Pagina 111 - ... e pria che l'asta in tronchi andasse a volo, molti cadendo compagnia gli fero. Poi stringe il ferro, e quando giunge a pieno sempre uccide od abbatte o piaga almeno.
Pagina 83 - Con luci ella ridenti , ei con accese , Mirano in vari oggetti un solo oggetto : Ella del vetro a se fa specchio ; ed egli Gli occhi di lei sereni a se fa spegli. XXI. L' uno di servit¨ , l' altra d' impero Si gloria: ella in se stessa, ed egli in lei.
Pagina 12 - 1 sol dal carro adorno scioglie i corsieri e in grembo al mar s'annida, giunse del bel Giordano a le chiare acque e scese in riva al fiume, e qui si giacque. Cibo non prende giÓ, che de' suoi mali solo si pasce e sol di pianto ha sete; ma '1 sonno, che de' miseri mortali Ŕ co '1 suo dolce oblio posa e quiete, sopý co...

Informazioni bibliografiche