Diritto internazionale e bombardamenti aerei

Copertina anteriore
Massimo Annati, Tullio Scovazzi
Giuffrè Editore, 2012 - 399 pagine
0 Recensioni
Il volume intende affrontare, partendo dal caso specifico del bombardamento aereo, alcuni tra i temi generali e più problematici del diritto internazionale di guerra, come l'obbligo di distinguere tra gli obbiettivi militari e quelli civili, scartando i secondi, e il principio della proporzionalità tra il vantaggio militare che un attacco può produrre e il pregiudizio sofferto dai civili. Il bombardamento aereo è preso in considerazione anche per il suo aspetto emblematico, come lo strumento di guerra che, secondo quanto insegna la storia del XX secolo, ha avuto conseguenze più devastanti sulla vita e la sopravvivenza delle popolazioni civili. Questo non esclude altri effetti negativi del bombardamento aereo, come la distruzione di beni culturali o il deterioramento di equilibri ambientali, che però non sono oggetto di specifica considerazione nelle pagine che seguono.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

chi bombarda meglio degli altri ha più ragione degli altri?
83
Parte I Contributi Massimo Annati La riduzione dei danni collaterali attraverso limpiego di armi non letali e di munizionamento di precisione
263
le irrorazioni di erbicidi
319
Parte II Documenti a cura di Sabrina Urbinati Sezione I Trattati
349
Parte II Documenti a cura di Sabrina Urbinati Sezione II Altri documenti
383
Fonti delle foto
401
Fotografie
403

Parole e frasi comuni