I miei ricordi, Volume 2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 350 - Strano mestiere il nostro di letterato; lo fa chi vuole, dall'oggi al domani! Ecco qui Massimo: gli salta il grillo di scrivere un romanzo, ed eccolo lì che non se la sbriga poi tanto male».
Pagina 64 - ... scioperataggine sua, de' suoi e di parecchi altri. Come andasse avanti lo sa Iddio. È vero però (e questo lo possiamo sapere anche noi) che avendo alle coste un nuvolo di creditori, ottenne dal Papa di non pagarli. Mi ricordo averle udito dire tornando dal Corso: — Sapete! fermo al Caffè Ruspoli c'era A. — un povero diavolo che le avanzava senza speranza parecchie migliaia di scudi — ; figuratevi! m'ha guardato con un tono! . . . un'aria!
Pagina 315 - E qui al calor del dipingere aggiuntosi il calore dello scrivere, mi gettai a furia nel nuovo lavoro; e dove avrei dovuto far ricerche storiche sui tempi, ricerche topografiche, artistiche sui luoghi, e, meglio ancora, andarci, vederli...
Pagina 356 - ... nella società letteraria di Milano s'agitava appunto la questione, se il romanzo storico fosse una forma letteraria accettabile. Io avevo dato alla luce il Fieramosca, e pochi anni prima Manzoni aveva pubblicato i suoi Promessi Sposi, uno dei più bei libri che abbia prodotti la mente umana; mentre intanto T. Grossi stava scrivendo il Marco Visconti. La questione era dunque flagrante ; e Manzoni inclinava a risolverla contro noi e contro se stesso, con ragionamenti ai quali in linea di buon...
Pagina 159 - Checco, fe tristezze della moglie, la perfetta tranquillità della sora Nina, che s'andò a spogliare : che al pranzo, dovutosi ritardare d'un par d'ore, ebbe un appetito da angelo; e che la notte dormi come il solito le sue nove ore tutte d'un fiato. In paese si rise, e stante la nota ed innata bontà dell'umana specie, si provò generalmente una profonda soddisfazione di veder lo scudo della gran casa Tozzi spogliato dei suoi raggi da un paino' romano. — Gli sta bene, — dicevano, — si vuol...
Pagina 26 - Gran momento della vita quello nel quale s' osa chiedere ai sistemi, ai principii sin allora indiscussi ragione dell' esser loro ! Io mi sentii meravigliato di me stesso il giorno ch' io dissi : Che cos' era infine questa Roma? Se è vera la religione della carità, perchè i cristiani venerano i trionfi della violenza? E difatti se studiamo al punto di vista della felicità degli uomini la storia romana, quanto non si trasforma da quello che ce la presentano gli educatori ! Se non altro, mi sembra...
Pagina 354 - Dunque hanno presa sui cuori e sugl'intelletti; dunque un merito c'è. Si potrà dire che non è merito letterario, e qui si può avere ragione. Ma, dico io, a che servono le lettere? In certi paesi ed in certe epoche, a nulla oa far male. A che devono servire? A molto ed al bene. Dunque, un lavoro letterario, se anche val poco sotto l'aspetto artistico, può valere assai sotto un altro, purché serva ad uno scopo utile: in tal caso avrà un valore d'un altro genere, e quindi non si potrà dichiararlo...
Pagina 19 - Lo spillone d' argento col quale fermano al capo le loro trecce, che si chiama spadino, non per niente porta questo nome gentilmente belligero. Esso qualche volta è stato ministro di vendette femminili, ovvero arme pericolosa per definire questioni. Io non lo vidi mai splendere in nessuna bianca mano; ma mi ricordo un anno di siccità in Genzano, mancando quasi l' acqua alla fontana, venne dalle donne disputata persino a colpi di spadino.
Pagina 315 - ... nella mia descrizione come linea di fondo; poi mi feci una Barletta, una Rocca, un'Isola di Sant'Orsola ad uso mio, e via avanti franco come una spada; mettendo al mondo oggi l'uno, domani l'altro de' miei attori, e procreando anzi, come m'avvidi poi, maggior famiglia che non mi occorreva.
Pagina 313 - Anch' io venni cercando prima di tutto un bel soggetto, e lo trovai nella storia italiana all'anno 1503 nella disfida di Barletta. Mi risolsi per il momento in cui si sta combattendo ; co' giudici, e gli spettatori intenti al fatto ; e dopo molto schizzare, dopo prove, bozzetti ec.

Informazioni bibliografiche