Giornale di scienze, letteratura ed arti per la Sicilia

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 111 - E n' ebbe il premio al fin che 'l mondo rio Dona sovente ai più pregiati eroi. Di Dante mal fur l' opre conosciute , E 'l bel desio, da quel popolo ingrato Che solo ai giusti manca di salute. \ Pur fuss...
Pagina 22 - Saggio sovra lo stato presente della poesia in Sicilia per servire alla storia della letteratura nazionale del secolo XVIII, in Siracusa 1794 nelle regie stampe del Pulejo, p.
Pagina 298 - Discorso bibliografico intorno un esemplare in pergamena degli Scrittori « De re rustica » impresso nel 1514 da Aldo il vecchio, ed oggi acquistato da questa libreria comunale.
Pagina 260 - L'educazione generale letteraria dee aver per oggetto il più della nazione, e questa dee farsi su la lingua del popolo; e perché ciò non si è fatto sin ora non è ragione che non debba farsi per l'avvenire. Oltrepasserei i limiti del mio disegno se volessi proporre i miei pensamenti intorno al gusto dell'eloquenza, intorno a...
Pagina 261 - ... l'uomo vano, loquace e contenzioso; in tal caso miglior partito è non sapere affatto che saper malamente. Ma in ciò appunto devono aprirsi gli occhi dalla pubblica podestà, che l'educazione letteraria si faccia per modo, che si acquisti vera cognizione e non dotta barbarie. Le cose e le parole (i) II latino non è fatto per essere da noi scritto, e molto meno parlato. Esso dee servir all'intelligenza degli antichi scrittori. La scienza della grammatica è un'altra cosa. Essa è comune ad ogni...
Pagina 331 - Monografie dei generi Spirorbis e Succinea seguite da alcune nuove specie di conchiglie siciliane Palermo. Estratte dal Giornale Letterario num. 225 1S41. Memoria sopra alcune conchiglie fossili rinvenute nella contrada d
Pagina 102 - Non solo adatto alla natura degl' interi soggetti di che si parla dee usarsi universalmente lo stile , ma in ogni componimento conviene tante volte variarlo, quanto diverse sono le cose che lo compongono. E siccome nelle azioni tragiche talvolta la scena si...
Pagina 136 - Uni-lui prolissa e nera. Stringe la destra il coltello del suo martirio, e la sinistra il Vangelo: nel fondo del quadro si fa appena vedere una delle isole Eolie; ma cotnechà mal e onscrvalo non bene può distinguersi quale si fosse , probabilmente quella elio Lipari appellasi.
Pagina 248 - ... quando politiche circostanze non permettono che i Russi, i Germani, i Polacchi, gl'Inglesi ne acquistino, la miseria in questo paese diviene più grande, e più universale.
Pagina 129 - Verbo nel suo seno, e par cbe voglia schiudere il labbro a dovuti ringraziamenti alla promessa di Dio già avverata e dire — Puoi lasciarmi o Signore in preda alla pace di morte...

Informazioni bibliografiche