Opere, Volume 2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 195 - ... tum, si qua sonum procul arma dedere, stare loco nescit ; micat auribus et tremit artus ; collectumque fremens volvit sub naribus ignem: 85 densa iuba, et dextro iactata recumbit in armo. at duplex agitur per lumbos spina; cavatque tellurem, et solido graviter sonat ungula cornu.
Pagina 67 - Quando il cader delle autunnali foglie / Ci avvisa ogni anno che non meno spesse . Le umane vite cadono , e ci manda Su gli estinti a versar lagrime pie, Discende allor ne...
Pagina 196 - ... terretur minimo pennae stridore columba, 75 unguibus, accipiter, saucia facta tuis. nec procul a stabulis audet discedere, si qua excussa est avidi dentibus agna lupi. vitaret caelum Phaethon, si viveret, et quos optarat stulte, tangere nollet equos.
Pagina 129 - E sin da allora si propose di rivolgersi alle scienze fisiche e matematiche, le quali particolari oggetti presentano, utili e veri, che si veggono, si toccano, e si conoscono; ea camminar ci avvezzano nella via del sapere, alla luce delle osservazioni e delle sperienze; e superiore si rese ad ogni maniera di pregiudizii»7.
Pagina 16 - ... o d'istruirsi desiderosa: ma litigiosi sono al più alto grado fra loro, e per natura piccosi ed ostinati, sospettosi ben anche, e poco industriosi , delle fortune scambievoli invidiosi , ed hanno sì vivaci sensazioni, che ad una sola parola ingiuriosa o ad un'occhiata di disprezzo incolleriscono a segno, che non di rado vengono alle furie. Con perfezione...
Pagina 129 - ... come le premure di quel sommo fossero state con frutto collocate. Fu allora che il Gregorio gli pose in mano talune opere, fra le quali i Saggi di David Hume sullo intelletto umano, che accomodato gli avessero in miglior modo la mente, e sviluppato nell'animo i preziosi semi di quella vera filosofia, che non si apprende già nelle scuole, ma che si fabbrica nei segreti penetrali del nostro intelletto.
Pagina 130 - ... Fisica Sperimentale, che divenne peraltro sua - dopo una tormentosa, quindicennale supplenza - nel 1811. La vicenda merita di esser riferita per i suoi risvolti, a dir poco grotteschi. «Era stato scelto a nostro regio professore di fisica sperimentale dal governo di Napoli» - racconta il Mortillaro - «un certo Nicola Fresco col soldo addetto a questa cattedra di annui ducati 900, dovendone godere solo metà per allora, e il resto quando venisse a morte il professore ch'erasi voluto giubilare,...
Pagina 236 - Intorno alle Prefiche di Sicilia, e ad alcune costumanze praticate dagli antichi Siciliani alla loro morte, scritta dal sac. GIOVANNI D'ANGELO, E CIPRIANO.
Pagina 112 - Tychseo malamente tradotta, e lontana dal suo vero senso: e la traduzione del MORSO, approvata e molto commendata da monsignor Germano Adami arcivescovo di Aleppo greco melchita , e dal suo segretario Antonio Dakur di Aleppo, dotti arabisti che in Palermo trovavansi, chiamati da Firenze, per l'affare del Vella, venne dall'astronomo p.
Pagina 132 - Italia potesse farsi un'Opera che stesse totalmente a livello delle cognizioni attuali in materie nelle quali, più che tra noi, si lavora oltremonti; accrescerà lo stupore quando si rifletta che quest'Opera fu scritta in una delle più segregate province d'Italia»; più avanti egli rende omaggio alla «mente lucida ed instancabile...

Informazioni bibliografiche