Luigi Comencini

Copertina anteriore
Gremese Editore, 2005 - 143 pagine
0 Recensioni
Questo volume ripercorre, film dopo film, il lavoro cinquantennale del regista lombardo, offrendone ai lettori una ricostruzione che è anche il ritratto di certo cinema italiano classico. Dalle pagine del libro emergono i profili di una carriera eclettica, che ha presto abbandonato il neorealismo degli esordi (Proibito rubare) per abbracciare dapprima la commedia (Pane amore e fantasia, Pane amore e gelosia) e sperimentare poi temi più vicini al mondo spirituale dell'autore: la Resistenza e la dolorosa eredità della guerra (La ragazza di Bube, Tutti a casa), l'ipocrisia ben pensante della società di provincia (La donna della domenica), la follia dei tempi moderni (Delitto d'amore, L'ingorgo) e infine il mondo dell'infanzia (Incompreso, Pinocchio, Voltati Eugenio).
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Sezione 1
5
Sezione 2
20
Sezione 3
24
Sezione 4
27
Sezione 5
43
Sezione 6
51
Sezione 7
54
Sezione 8
60
Sezione 10
67
Sezione 11
70
Sezione 12
77
Sezione 13
84
Sezione 14
105
Sezione 15
116
Sezione 16
119
Sezione 17
129

Sezione 9
62

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche