Diarie di F.C. contenente la storia delle cose avvenute nel reame di Napoli negli anni 1647-1650: Ora per la prima volta messo a stampa sul manoscritto originale con l'aggiunta di varii documenti per la più parte inediti

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice


Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 99 - Gennaro: e così tengo assolutamente che sia ; mentre pareva impossibile , che il popolo avesse a cedere a questa pretensione della fortezza ; e confesso alla Santità Vostra, che non me lo credeva già mai , perché mi avvedevo che faticavo e sudavo infruttuosamente , per levargliela di testa. Nel mentre dunque che risuonava per la città universalmente dalle bocche di tutti questo lieto nome di pace , sono venuti da me li capi del popolo a darmi parte del seguito, hanno voluto che io sia montato...
Pagina 70 - Perciò ci è parso ordinare a tutti li capitani di giustizio, di campagna, barigelli, ed altre qualsivogliano persone di qualsivoglia grado e condizione si siano, che sotto pena di morte naturale non ardiscano carcerare nessuna persona eccettuando però il fratello, e cognato di detto Tommaso Anello, e gli altri carcerati portati dal fedelissimo popolo, al quale confirmamo...
Pagina 66 - ... sollevò tutta la città; e fu Domenica 7 del passato, conforme scrissi a Vostra Santità. Questo Masaniello è pervenuto a segno tale di autorità, di comando, di rispetto e di ubbidienza, in questi pochi giorni, che ha fatto tremare tutta la città con li suoi ordini, li quali sono stati eseguiti da...
Pagina 103 - ... unita al corpo recarono in processione con molti lumi alla Chiesa del Carmelo, collocandolo nobilmente innanzi l'altare maggiore, ove non è credibile quanto numeroso stuolo di popolari concorresse, massime donnicciuole ed altra vilissima gente, con toccargli sopra le corone, ed altre strappandogli i capelli per conservarli; come se fosse stato santo.
Pagina 133 - ... carlini e mezzo per onza, si debbiano pagare di quelle robe, che erano soggette a dette imposizioni a tempo di Carlo V ; e questo lo debbia dimostrare il Doganiere, oa chi spetta, che robe erano a quel tempo ; altrimente sia lecito al padrone di dette robe di non pagare detti carlini tre e mezzo. XI. Item che il battaglione creato dalla Cesarea Maestà di Carlo V non possa uscire in futurum fuori di questo regno di Napoli, stante che lo creò per custodia di detto regno e questo s' intenda anco...
Pagina 67 - Chi non l'ha veduto, non può figurarselo m'ir idea ; e chi l' ha veduto , non può essere sufficiente a rappresentarlo perfettamente ad altri. Non vestiva altro abito che una camicia e calzoni di tela bianca ad uso di pescatore, scalzo, e senza cosa alcuna in lesta ; né ha voluto mutar vestito , se non nella gita dal Viceré.
Pagina 78 - Item, che si levino le imposizioni delli sigilli della regia camera della summaria, della gran corte della vicaria, del consiglio delle regie audienze del regno, e per la città ; e...
Pagina 67 - ... né ha voluto mutar vestito , se non nella gita dal Viceré. La confidenza e l'osservanza e il rispetto ch'egli ha avuto in me, e l'ubbidienza che ha mostrato in ordinare e far eseguire tutte le cose che gli venivano dette e suggerite da me...
Pagina 80 - Item, che le chiavi dove si conservano li privilegi della città, una di quelle ne abbia da tenere l' eletto del popolo. XVI. Item, in caso che non si ritrovasse lo privilegio originale, conforme di sopra, Sua Eccellenza permetta, che il fedelissimo popolo faccia le minute del dello privilegio, e di altre grazie che desidera; che Sua Eccellenza se li concederà per li meriti del detto fedelissimo popolo. XVII. Item, che 1' azioni fatte dal popolo contro chi ha consultato dette imposizioni, ed indebile...
Pagina viii - CAPECELATRO , cavaliere dell' abito di S. Giacomo , viceré e governatore delle armi della provincia di Calabria Citra ; il quale , servendo il suo Re personalmente , intervenne nella maggior parte delle cose che in essi tumulti avvennero. Napoli , per Gaetano Nobile , 1849.

Informazioni bibliografiche