Della Vana aspettazione degli Ebrei del loro re Messia

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Salve, gradirei una vostra risposta riguardo ad una questione che ad oggi, dal 2013 vado a sollevare. È dal 2008 che mi ritrovo in cura in psichiatria ( diagnosi psicosi con disturbo delirante cronico e non prendo alcun tipo di farmaco al momento) nello stesso anno il 2008, anno in cui si è iniziato a parlare di crisi in Italia, io Antonio De Simone nato a Rossano cs il 15/08/84 ho subito una crisi a livello psicofisico ossia, durante che svolgevo il mio lavoro in un industria di imballaggi di plastica, per un buon quarto d'ora, venti minuti, piangevo, ma non che mi uscivano lacrime; il mio pensiero andava in quel momento a ciò che erano i bambini e in generale le generazioni future che si trovano a vivere in questo mondo devastato. Io dico, comunque sia, a oggi e finchè avrò vita, di avere i presupposti per poter presumere d 'essere io il messia ben Josef o Efraim. Per dire ciò, vi elenco i miei requisiti. Mi farebbe piacere raccontare anche il mio vissuto in quanto di cose strane accadute nella mia vita, in quest'ultimo periodo me ne sono accadute, ma purtroppo non sto a dilungarmi..e dico purtroppo perchè sono state anche queste cose strane accadutemi che mi danno modo di poter parlare. È il mio vissuto dico. A me non è sceso l'angioletto a dirmi guarda che tu sei l'atteso. Sono io che ripeto ho notato correlazioni ossia coincidenze fra la mia vita e ciò che può essere definita l'attesa messianica. Innanzitutto io sono nato a ferragosto e potrei parlare del leone come archetipo dell'era dell'acquario. La mia famiglia porta avanti la dicitura fù Giuseppe alla morte dei primogenito Giuseppe e Salvatore e ciò mi fà pensare a Giuseppe patriarca. Come nomignolo che va a distinguere l'partenenza alla famiglia io porto avanti l'appellativo (cap e rota)ossia capo di ruota.ma di quale ruota, si parla..? quella del calendario maya? Ecco che dove potrebbero c'entrare i maya con il loro calendario del lungo computo al tredicesimo baktun, io mi dovevo chiamare anche Antonio?! Potrei parlare della caput nigrum comunque anche, in quanto mio fratello primogenito Giuseppe, alla nascita è venuto al mondo di colore nero perché nato di dieci mesi. È in vita grazie a Dio con una puntura fattagli a vita o a morte. Nasco a Rossano e guarda caso una popolazione induista stá edificando una residenza per un atteso in mattoni fatti a mano e si parla di arenaria rossa. I cristiani è l'unica fede religiosa che crede in Cristo Gesù che viene alla fine dei giorni a giudicare i vivi e i morti. È qui che scatta a favore mio oltretutto, la locuzione nemo, che non c'è l'attesa di un profeta in patria... Questa è tutto sommato la mia storia... Mi auguro ne possiate restare interessati ma soprattutto possiate darmi risposta. A voi il mio pensiero. Saluti. 

Pagine selezionate

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche