La cittadinanza attiva: psicologia sociale della partecipazione pubblica

Copertina anteriore
Il mulino, 2009 - 168 pagine
Partecipare a un consiglio di quartiere, aderire a un comitato cittadino di tutela del territorio, intervenire in una assemblea dei cittadini su inquinamento e sicurezza sono alcune delle espressioni più comuni della partecipazione pubblica e della cittadinanza attiva. Ma che cosa significa partecipare? Quali sono le motivazioni che spingono le persone verso iniziative pubbliche? Questo volume affronta le principali dimensioni e dinamiche psicologiche implicate nei processi di coinvolgimento dei cittadini in decisioni di interesse collettivo, riassumibili sotto l'etichetta di "partecipazione pubblica". Dopo una sintetica introduzione che delinea i tratti distintivi della democrazia deliberativa, vengono analizzati gli aspetti fondamentali della partecipazione pubblica: dalle motivazioni ai processi cognitivi, agli ancoraggi alla base della conoscenza di senso comune, fino al ruolo delle disposizioni individuali e agli effetti di alcune forme di influenza sociale sul cambiamento di opinione e di atteggiamento.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

La cittadinanza attiva. Psicologia sociale della partecipazione pubblica

Recensione dell'utente  - Andrea - IBS

Assolutamente un "must" per tutti coloro che si occupano o che vorrebbero occuparsi di democrazia deliberativa. L'autrice offre un'eccellente panoramica sulle dinamiche di settore e apre molte "porte ... Leggi recensione completa

Informazioni bibliografiche