Salvador de la Plaza: Un intellettuale dimenticato

Copertina anteriore
Edizioni Paguro, 2017 - 320 pagine
Salvador De La Plaza non Ŕ autore conosciuto in Italia. Le sue opere non sono state tradotte; la sua produzione scientifica non Ŕ conservata nelle maggiori biblioteche del nostro paese e se ne ritrova copia, almeno in parte, nella biblioteca della "Fondazione Lelio e Lesli Basso" a Roma e in pochissime altre. Ma anche nel suo paese di origine, il Venezuela, De La Plaza non ha avuto migliore sorte e l'aggettivo che pi¨ lo rappresenta Ŕ olvidado, dimenticato. Si inserisce nel solco degli studiosi latinoamericani che, giÓ tra la fine degli anni '10 e l'inizio degli anni '30, propongono una lettura della realtÓ economica, politica e sociale che si distacca dai filoni positivista, modernista, o anche solo socialista democratico e che avviano una coerente analisi marxista delle societÓ e delle economie dei paesi latinoamericani, a partire da alcuni elementi di fondo: critica alla tradizione martiana e all'aprismo di VÝctor Ra˙l Haya De La Torre; questione della proprietÓ, dei rapporti nelle campagne e la riforma agraria; ruolo del petrolio nella costruzione della subalternitÓ economica e politica - la dependencia e la mediatizacion - dei paesi produttori.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche