Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni ...

Copertina anteriore
Tip. Emiliana, 1857
0 Recensioni
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 185 - Siro Caldaica e nelle Liturgie orientali. PROFESSORI SOSTITUTI IN DIVERSE CLASSI CON FUTURA SUCCESSIONE. Sigg. Abb.
Pagina 35 - Sant'Onofrio: non solo perché l'aria è lodata da' medici, più che d'alcuna parte di Roma, ma quasi per cominciare da questo luogo eminente, e con la conversazione di questi divoti padri, la mia conversazione in ciclo.
Pagina 141 - L'Accademia dei nuovi Lincei avrà per sua sede il Campido«glio; il suo degno direttore e segretario perpetuo vi terrà « conveniente abitazione, e la preziosa collezione delle sue mac« chine avrà ivi un tempio più che un serbatoio.
Pagina 145 - Con quel decreto si dichiaravano chiuse tutte le Università dello Stato, ordinando ai rispettivi arcicancellieri e cancellieri di destinare dei luoghi separati, dove i professori dovessero dare le loro lezioni ne' giorni ed ore stabilite dal calendario, a comodo degli studenti locali.
Pagina 153 - Lincei, la S. di NS erasi dappoi degnata di mostrare la sua propensione a permetterne la riattivazione. È siccome questa dovea essere preceduta dal riordinamento degli Statuti e dalla formazione di un Elenco di soggetti che per la loro probità e per le loro scientifiche cognizioni meritassero di far parte del novero degli Accademici, si benignò la stessa S.
Pagina 36 - Sorge questo sopra una base, sulla quale in bassorilievo è ritratto il poeta portato a sotterrare ; ove si veggono gli amici del Tasso e vari letterati che l'accompagnano.
Pagina 148 - Zurla 1) il 2 settembre 1833 pubblicava un decreto, nel quale, dopo ordini riguardanti le Università, negli art. 14 e 15 stabiliva : « I maestri comunali non saranno confermati senza intelligenza della S. Congregazione. Chiunque farà scuola privata senza la necessaria licenza, sarà punito a forma del Regolamento pubblicato il dì 25 settembre 1825. Le Curie vescovili invocheranno. se farà d'uopo, l'autorità politica».
Pagina 121 - II fine e l'officio proprio dei collegi — diceva il legislatore — è di fare gli esami, e di dare il loro voto nella scelta dei professori, nella collazione delle lauree e degli altri gradi accademici e nella premiazione degli scolari alla fine dell'anno scolastico. Inoltre i collegi saranno i consultori nati della S.
Pagina 128 - ... soggetti a tutte le leggi ea tutti i regolamenti dell'università. Compiuto il biennio presentano le loro pagelle al rettore e l'attestato della frequenza alle congregazioni spirituali ; il rettore, trovando il tutto in regola, li rimetterà al collegio medico-chirurgico. Questo gli esamina, e trovatili capaci, rilascia loro la matricola di libero esercizio o in medicina o in chiriirgia. Perciò appunto l'archiginnasio ha un istituto o scuola cllnica di medicina nell
Pagina 147 - Ma le lauree ed i gradi accademici in teologia e nelle scienze sagre potranno conferirsi a tutti indistintamente, purchè si osservino le condizioni prescritte dalla bolla Quod divina Sapientia. Che in avvenire non sia permesso ad alcuno l'esercizio delle professioni e arti liberali nello stato pontificio, il quale abbia ricevuto la laurea e la matricola dell'università di stato estero. Che a tutti que'giovani, i quali nel tempo stabilito dalla legqe non domandassero d' essere insigniti de' gradi...

Informazioni bibliografiche