Le Rime

Copertina anteriore
P. Fiaccardori, 1842 - 220 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 107 - umiltà vestuta: E par che sia una cosa venuta Di cielo in terra a miracol mostrare. Mostrasi sì piacente a chi la mira, Che da per gli occhi una dolcezza al core: Che 'ntender non la può, chi non la prova: E par, che della sua labbia si muova Un spirito soave,
Pagina 107 - Mostrasi sì piacente a chi la mira, Che da per gli occhi una dolcezza al core: Che 'ntender non la può, chi non la prova: E par, che della sua labbia si muova Un spirito soave, e pien d' amore; Che va dicendo all' anima: sospira. SONETTO XIV. V ede perfettamente ogni salute, Chi la mia
Pagina 105 - è la donna tua, ch' era sì bella. Levava gli occhi miei bagnati in pianti; E vedea, che parean pioggia di manna Gli Angeli, che tornavan suso in cielo; Ed una nuvoletta avean davanti, Dopo la qual gridavan tutti: Osanna; E s'altro avesser detto, a voi direlo.
Pagina 110 - vedesse: E quale è stata la mia vita poscia, Che la mia donna andò nel secol nuovo, Lingua non è, che dicer lo sapesse: E però, donne mie, perch' io volesse, Non vi saprei ben dicer quel, eh' io sono; Sì mi fa travagliar l' acerba vita; La quale è sì invilita, Che
Pagina 95 - perduto signoria; E sospirando pensoso venia, Per non veder la gente, a capo chino: Quando mi vide, mi chiamò per nome, E disse: io vegno di lontana parte, Dove era lo tuo cor per mio volere; E recolo a servir novo piacere: Allora presi di lui sì gran parte, Ch' egli disparve, e non m
Pagina 93 - Cui essenza membrar mi dà orrore: Allegro mi sembrava Amor tenendo Mio core in mano, e nelle braccia avea Madonna involta in un drappo dormendo: Poi la svegliava, e d'esto core ardendo Lei paventosa umilmente pascea: Appresso gir lo ne vedea piangendo. O
Pagina 107 - e di fede. La vista sua face ogni cosa umile: E non fa sola sè parer piacente; Ma ciascuna per lei riceve onore: Ed è negli atti suoi tanto gentile; Che nessun la si può recare a mente, Che non sospiri in dolcezza d
Pagina 100 - ne grida mercede: Sola pietà nostra parte difende: Che parla Iddio, che di madonna intende: Diletti miei, or sofferite in pace, Che vostra speme sia quanto mi piace. Là ove è alcun, che perder lei s'attende, E che dirà nello inferno a
Pagina 108 - l mi ricorda, ch ' io parlai Della mia donna, mentre che vivia, Donne gentili volentier con vui; Non vO' parlare altrui, Se non a cor gentil, che 'n donna sia: E dicerò di lei piangendo pui, Che se n' è ita in ciel subitamente; Ed ha lasciato Amor meco dolente. Ita n
Pagina 140 - ch'io porto anciso. Guarderei presso e fiso, Per vendicar lo fuggir, che mi face; E poi le renderei con amor pace; Canzon, vattene dritto a quella donna, Che m' ha ferito il core, e che m'invola Quello, ond' io ho più gola; E dalle per lo cor d' una saetta; Che bello onor s

Informazioni bibliografiche